Continuano i lavori di messa in sicurezza del tratto a sud del Viale Italia

La Giunta ha deliberato la realizzazione di altri 4 attraversamenti

41
Foto degli attraversamenti già terminati

LIVORNO- Prosegue la messa in sicurezza del tratto sud del viale Italia. Dopo che a fine luglio erano stati realizzati gli attraversamenti pedonali sul viale Italia, uno all’altezza della spiaggia dell’Accademia e l’altro all’altezza dell’incrocio con via Randaccio, dalla Giunta comunale è arrivato il via libera all’attuazione di altri quattro.

Più nel dettaglio saranno realizzati i seguenti attraversamenti: nei pressi dei bagni Fiume, in corrispondenza del moletto di Ardenza, alla Rotonda di Ardenza e in corrispondenza dell’attraversamento di via Lepanto.

Molto più visibili, dati anche i colori accesi, rispetto alle normali strisce pedonali, queste opere hanno lo scopo di regolare la velocità dei veicoli, rendendo l’attraversamento dei pedoni più agevole e sicuro.

In prossimità di questi attraversamenti pedonali rialzati il limite di velocità è di 30 km orari, come indicato dalla segnaletica.

“I primi due attraversamenti pedonali realizzati – commenta l’assessora alla Mobilità del Comune di Livorno, Giovanna Cepparello – stanno funzionando molto bene. Abbiamo deciso di utilizzare un ulteriore ‘tesoretto’ di 90mila euro, già a bilancio, per interventi generici sulla sicurezza stradale per poter procedere più rapidamente del previsto con la messa in sicurezza del tratto Sud di viale Italia. Con gli ulteriori 300mila euro completeremo il viale e andremo ad agire su altre situazioni critiche. È importante che questo intervento sia ripetuto con regolarità lungo tutta l’asse del lungomare, per produrre un abbassamento della velocità regolare e per dare chiaramente l’idea che si tratta di un’area dove rallentare è fondamentale per garantire la sicurezza di tutti”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteCoronavirus. Continua l’impennata dei contagi ma pochi ricoveri
Articolo successivo“Una Partita per la Ricerca” per combattere la distrofia muscolare, stadio Fabiani, sabato 21 agosto, ore 17,00
Livornese classe ‘99 con il sogno di diventare giornalista ho conseguito la laurea triennale in scienze politiche prima di iscrivermi all’Università di Bologna. Ho già collaborato con diverse testate occupandomi di sport, la mia prima passione. Nel tempo libero amo leggere, informarmi e viaggiare.