‘Don’t Touch’: undici anni a Cha Cha e tre a Tuma, assolti Gabrielli e Marchetto

642

LATINA – È arrivata in serata la sentenza nel processo ‘Don’t Touch’. Ai giudici del Tribunale di Latina presieduto da Pierfrancesco De Angelis i pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro avevano avanzato la richiesta di undici condanne per complessivi 72 anni di carcere e un’assoluzione per insufficienza di prove, oltre alla confisca di tutti i beni sequestrati durante le indagini e una multa complessiva di 114mila euro.
Alla fine il Tribunale di Latina ha inflitto 9 condanne e deliberato 3 assoluzioni.
La pena più pesante al presunto capo dell’organizzazione criminale, Costantino Cha Cha Di Silvio, condannato a 11 anni di reclusione. Assolto invece dall’accusa di essere parte dell’associazione e condannato a 3 anni e 4 mesi Gianluca Tuma. Cinque anni di reclusione per Angelo Morelli, 6 anni per Davide Giordani, 2 anni e mezzo per Riccardo Pasini, 2 anni e mezzo per il carabiniere di Aprilia, Fabio Di Lorenzo, 2 anni e 2 mesi per Alejandro Bortolin, 4 anni e mezzo per il romeno Ionut Necula, e 4 anni e mezzo per Alexander Prendi. Assolti invece Dario Gabrielli, Adrian Costache, e Fabrizio Marchetto.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.