FERENTINO – Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri di Ferentino hanno tenuto un incontro presso la Parrocchia San Valentino della città “Gigliata” per dare massima diffusione alla campagna di prevenzione denominata “Difenditi dalle truffe”. Nel corso dell’incontro, a cui ha preso parte il Comandante della locale Stazione è stata rimarcata l’importanza di un lavoro sinergico tra forze dell’ordine, amministrazioni locali e cittadini, con lo scopo di incrementare la sicurezza percepita sul territorio e migliorare la qualità della vita delle persone non più giovani.

I Carabinieri, dopo aver illustrato le molteplici modalità delinquenziali adoperate dai truffatori, hanno ricordato alla platea di presenti che i malfattori possono essere indistintamente sia uomini che donne, presentarsi da soli oppure in coppia, in genere sono eleganti, cordiali e rassicuranti. Parlano molto allo scopo di confondere. Spesso fingono di essere stati mandati da un parente o da un conoscente. Possono presentarsi presso le abitazioni, in tuta da lavoro, in uniforme e mostrare finti tesserini, spacciandosi per impiegati di enti pubblici o privati. L’incontro finalizzato a stimolare domande su criticità vissute o dubbi sulle condotte da tenere è stato principalmente diretto a prevenire le truffe ai danni di persone appartenenti alle cosiddette fasce deboli ritenuto un fenomeno particolarmente preoccupante in quanto rilascia, nelle vittime, effetti come frustrazione e disorientamento, nonché insicurezza nel continuare ad affrontare la quotidianità.

All’incontro hanno preso parte circa 40 persone, per lo più appartenenti alle fasce deboli della popolazione, i quali hanno accolto favorevolmente l’iniziativa e si sono mostrati notevolmente interessati ai consigli dei militari. Al termine dell’assemblea i presenti sono stati invitati a chiamare i Carabinieri qualora venissero in contatto con potenziali truffatori e per dirimere qualsiasi loro dubbio.

Inoltre, nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Ferentino, nel corso di servizi volti a garantire il rispetto della normativa anti covid-19, hanno sanzionato amministrativamente la titolare di un bar sito in quel centro, che tenuta a verificare il rispetto delle prescrizioni imposte sul “Green Pass”, impiegava in qualità di cameriere un soggetto non in possesso di certificazione verde.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.