La nota dell’assessore all’Urbanistica, Patrimonio e Viabilità del Comune di Fondi, Claudio Spagnardi.:

“Siamo stati ammessi al bando e di conseguenza avremo un contributo a fondo perduto del 50% delle spese di abbattimento previste, a cui dobbiamo aggiungere il restante 50% dal bilancio comunale.

Gli interventi riguardano demolizioni di manufatti presenti sul territorio comunale per i quali i contenziosi si sono definitivamente conclusi e secondo un ordine di priorità condiviso tra tutti gli Enti locali interessati e la Corte di Appello.

Come noto agli addetti ai lavori, il problema connesso agli abbattimenti è spesso quello di reperire le ingenti risorse necessarie che non sono solo quelle per la demolizione in sé, ma anche per lo smaltimento degli annessi materiali di risulta, a volte più costoso della stessa attività demolitoria. Ben vengano quindi finanziamenti ministeriali, soprattutto a fondo perduto.

Si tratta di un bando istituito per la prima volta dal Governo sul finire del 2020, in via sperimentale, al quale il Comune di Fondi, grazie all’intensa attività degli uffici coordinati dall’architetto Bonaventura Pianese, ha potuto partecipare perché aveva già avviato un piano di ricognizione degli abusi per i quali procedere alle demolizioni”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.