Gioco d’azzardo patologico, campagna di sensibilizzazione in Mugello

Nel solo Mugello, durante il 2019, si sono spesi 51.872.000 euro nel gioco d'azzardo

66
People stand in front of slot machines in the "Bingo Re" (King of bingo) gambling arcade on March 5, 2012 in Rome. PHOTO / ANDREAS SOLARO (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

MUGELLO – Promossa da SdS e SerD-Asl con finanziamenti regionali contro il gioco d’azzardo patologico scommettiamo su noi stessi, “Scommettiamo sul Mugello”. Questo il messaggio positivo che intende veicolare la campagna di sensibilizzazione e contrasto al gioco d’azzardo patologico. E’ promossa dalla Società della Salute e dal Ser.D Zona Mugello (Servizio Dipendenze Azienda Usl Toscana Centro) in collaborazione col Tavolo Mugello di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Il gioco d’azzardo patologico è un disturbo del comportamento che rientra nell’area delle cosiddette dipendenze senza sostanze. Nella trappola di slot machine, lotterie, gratta e vinci, poker on line, scommesse sportive, bingo, giochi da casinò e casinò on line rischiano di cadere persone di tutte le età e di tutte le fasce sociali: giovani e persone disagiate le categorie più vulnerabili. Nel Mugello, secondo un’elaborazione dei dati tratti dall’AAMS-Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, solo nel 2019 si sono spesi 51.872.000 euro (fonte: dati elaborati da Leonardo Romagnoli, membro del Tavolo Mugello di contrasto al gioco d’azzardo patologico).
La campagna “Scommettiamo sul Mugello” è stata realizzata con finanziamenti regionali. Il materiale informativo – brochure, segnalibri e tovagliette – spiega cos’è il disturbo, come riconoscerlo e dove rivolgersi per aiuto e assistenza, con l’invito esplicito a prendersi cura di sé e dare tempo a passioni sane.

“Con l’iniziativa ‘Open day’ organizzata dall’Istituto Superiore Chino Chini – spiegano dal Ser.D – è partita la campagna di sensibilizzazione, a cui ne seguiranno altre che coinvolgeranno tutto il territorio. Il lavoro con la scuola è iniziato nel 2019 con attività di formazione e sensibilizzazione delle classi. Il materiale è il risultato del lavoro del tavolo, già attivo dal 2018, a cui partecipano associazioni del territorio, associazioni di categoria, singoli cittadini, professionisti dell’Azienda Sanitaria, scuola Superiore Chino Chini, le consulte dei genitori del Mugello, sindacato, le parrocchie, comunità terapeutiche del Mugello, rappresentanti del Comune”. In questi giorni il Tavolo è tornato a riunirsi (in videoconferenza), anche per organizzare con i soggetti partecipanti la diffusione del materiale informativo.
Sottolinea il presidente dela Società della Salute del Mugello Filippo Carlà Campa: “Il gioco d’azzardo patologico è un fenomeno preoccupante e lo si avverte anche nel nostro territorio. Occorre farlo percepire ed emergere chiaramente nel territorio, tra i cittadini, con azioni di sensibilizzazione, prevenzione e contrasto. Un forte ringraziamento a tutti, dal SerD alla SdS e al Tavolo – prosegue – per aver contribuito con la vostra esperienza e la vostra passione alla realizzazione di questa campagna e per le iniziative che sono e saranno realizzate insieme”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.