Grande soddisfazione in Toscana: Volterra tra le città finaliste candidate a “Capitale Italiana della cultura”

La cultura, l'impegno e l'unione fanno la forza: Volterra porta la Toscana in finale e la competizione verso una più ampia visione di collaborazione e sostegno reciproco tra le città italiane.

118

Volterra (PI) – 16 novembre 2020
In questo periodo di paure, restrizioni e sconforto, a pochi giorni dall’entrata in zona rossa per la nostra regione, finalmente una notizia in grado di risollevare gli animi e di renderci ancora più orgogliosi per la meraviglia del nostro territorio: Volterra è entrata nella decina di città finaliste per la Capitale Italiana della Cultura 2022. Una notizia che rallegra ma non stupisce coloro che hanno avuto il piacere di visitare questa splendida città in provincia di Pisa, di ammirarne i paesaggi, la natura, gli orizzonti e di respirare l’aria, densa di arte e storia, che ne permea le vie.
“La candidatura di Volterra vede protagonista la città e l’intero territorio (oltre 50 comuni hanno partecipato o aderito al progetto) ed è intitolata Rigenerazione Umana, tema che qui ha radici profonde, a partire dalle esperienze della Compagnia nata nel carcere della Fortezza e dell’ex Ospedale psichiatrico.”
La città ha dato pronta disponibilità per la collaborazione con le altre finaliste, come dichiarato dal Professor Dario Danti, assessore alla cultura a Volterra:
“Quello di oggi è un risultato molto importante: Volterra è tra le dieci città finaliste, rappresenterà la Toscana per il titolo del 20-22 per Capitale Italiana della Cultura; è stato un lavoro lungo più di un anno che ha coinvolto i giovani, le associazioni, oltre cinquanta sindaci, i cittadini e le cittadine in un progetto molto importante, soprattutto nella fase drammatica che stiamo vivendo, un progetto che guarda alla cura e alla rigenerazione umana. Adesso ci aspetta la sfida decisiva e vogliamo farlo attraverso la creazione di una rete fra tutte e dieci le città finaliste, per mettere insieme idee, progetti, per fare insomma una rete culturale a livello italiano. Volterra c’è, la Toscana c’è, ci sosterrà. Facciamo appello a tutti i comuni della nostra regione perché insieme a noi costruiscano un serio progetto culturale per il paese e per l’Europa.”
Il sindaco Giacomo Santi è intervenuto chiedendo al Ministro Francheschini e al Presidente della Commissione Baia Curioni di convocare una riunione tra tutte le città finaliste: “Vogliamo proporre di costruire una vera e propria rete di Sindaci per il 2022, con un palinsesto comune che rimandi da una città all’altra e che possa coinvolgere anche la città che non sono arrivate in finale: vogliamo superare l’Italia dei campanilismi.
Il presidente della regione Eugenio Giani ha espresso soddisfazione e pieno sostegno: “Volterra merita di essere Capitale Italiana della Cultura 2022 perché insieme alla grandiosità della sua storia si presenta con uno straordinario progetto di rigenerazione scritto a partire dai giovani che la vivono. Con l’innovazione e la cultura, la capitale dell’Etruria ha tutte le carte per giocarsi la sfida tra le dieci finaliste. Forza Volterra, la Toscana è con te!

La vincitrice della competizione sarà indicata a gennaio 2021 dal Ministero per i beni e attività culturali e per il turismo. Questa edizione avrà sicuramente un sapore diverso, proprio a causa del difficile momento che i cittadini Italiani ed Europei stanno passando insieme al resto del mondo, con l’obiettivo di recare un messaggio di unione e rinascita non solo per chi salirà sul podio, bensì per tutti coloro che hanno bisogno di fiducia nella ripartenza e di speranza; non si tratta più di una semplice gara ma di un’importante occasione per creare unità e coesione, in un momento di necessario distanziamento sociale e di pericolo per l’arte e la cultura.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.