I cento anni di Imo Galanti. Il sindaco Damiano Coletta consegna la targa ricordo.

39

Una festa sobria, come nel suo stile, per i cento anni di Imo Galanti. Il sindaco di Latina Damiano Coletta ha consegnato all’imprenditore una targa ricordo, un’altra da parte del presidente del Circolo Cittadino – Galanti è il presidente onorario del sodalizio – Alfredo De Santis. Tante le testimonianze di affetto e vicinanza da parte di amici, colleghi e cittadini che hanno fatto sentire la loro voce verso un uomo che ha fatto la storia di Latina in modo compiuto e probante. Attorniato dai numerosi familiari, Imo Galanti è apparso con il solito volto tranquillo e rilassato. La sua presenza in città ha creato le condizioni per migliorare la qualità della vita, attraverso impegno e solidarietà, la testimonianza concreta che da umili origini si può arrivare a posizioni di assoluto prestigio in campo industriale, basandosi su sani valori e principi e metodi da umanesimo imprenditoriale. A Imo Galanti la dedica del presidente del Circolo Cittadino Alfredo De Santis: «Uno sguardo così limpido e un viso così pulito e onesto, possono averlo solo le persone che hanno attraversato un tempo così lungo. Il traguardo del secolo di vita di Imo Galanti non è solo il traguardo di un uomo forte e valoroso, ma è il traguardo di tutte le persone che hanno avuto la fortuna di averlo accanto».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteFirmacopie a Latina con gli autori di «UndiciMetri. Storie di Rigore»
Articolo successivoSabaudia. La palestra di Borgo Vodice pronta per essere restituita a scuole ed associazioni
Paolo Iannuccelli
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.