ROMA – Lazio dalla zona arancione a quella gialla? Meno di 48 ore e ci sarà il monitoraggio settimanale dell’ISS con gli esperti della cabina di regia che valuteranno i parametri di rischio e l’indice Rt per ogni singola Regione e Provincia autonoma.

Stando ai dati emersi dall’ultimo report, quello di venerdì 22 gennaio, l’Rt del Lazio era sceso sotto l’1: l’indice di trasmissibilità si era attestato a 0.93, mentre il tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva era sceso dal 35% al 31% e quello dei posti letto di area medica dal 45% al 42%.

Leggermente in aumento il numero dei nuovi focolai in ambito familiare, mentre era diminuita l’incidenza per 100 mila abitanti. Stando ad alcune indiscrezioni, sembra possibile che il Lazio possa entrare in fascia gialla già da domenica 31 gennaio 2021. Inutile dire che l’eventualità ha immediatamente aperto il dibattito.

Cosa cambia

Fermo restando il divieto di circolazione serale, dalle 5 alle 22 è consentito spostarsi in un altro comune o in altra regione senza necessità di motivare il movimento. In ogni caso, è raccomandato ridurre al minimo gli spostamenti ed evitare di ricevere in casa persone diverse dai conviventi.

Ristorazione

Bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono aperti fino alle 18, con possibilità di consumazione all’interno. Il consumo al tavolo è ristretto a massimo 4 persone, salvo conviventi. Dalle 18 alle 22 è consentito l’asporto, il servizio a domicilio non ha restrizioni.

Attività motoria

Lo sport è consentito presso i centri sportivi e all’aperto. Per svolgere attività motoria ci si può spostare anche fuori dal proprio comune.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.