Il meraviglioso mare dell’isola di Ponza, gioiello della costa laziale, ha fatto da cornice (e che cornice!) al primo dei cinque Jamboree che ha dato il via al Minibasket Tour 2024.

78

Il meraviglioso mare dell’isola di Ponza, gioiello della costa laziale, ha fatto da cornice (e che cornice!) al primo dei cinque Jamboree che ha dato il via al Minibasket Tour 2024.
Le selezioni di Lazio, Campania, Molise, Sardegna, Toscana e Umbria, più 100 bambini di Ponza e delle società di Latina coinvolte (MG Fondi, Basket Go Formia, Sabotino Basket, Bull Basket Latina e Virtus Fondi) si sono dati appuntamento per divertirsi e giocare a Minibasket e dimostrare che il Gioco Sport della FIP ha davvero qualcosa in più. Ovvero la capacità di unire in modo perfetto la bellezza della pallacanestro a momenti di socializzazione. Il senso vero del #minibasketforlife. A “vincere”, anche se sarebbe meglio dire “portare più punti alla propria squadra” sono stati i Bianchi (Molise, Toscana e Sardegna) che hanno totalizzato nel weekend 36 punti. Contro i 26 punti degli Azzurri (Lazio, Umbria e Campania). Questi punteggi si sommeranno a quelli che verranno totalizzati dalle altre selezioni negli altri quattro Jamboree di tutta Italia e alla fine decreteranno i vincitori del Tour 2024.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteIl pontino Maickol Perez campione d’Italia con Bassano e miglior giocatore delle finali under 17 eccellenza
Articolo successivoLivorno: disabile aggredito al parco, il padre: “Chi ha visto qualcosa parli”
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.