Il Rimembrar M’E’ Triste

187

IL RIMEMBRAR M’E’ TRISTE
Abbiamo ricordato il compianto Silvio Di Francia a seguire, con grande tristezza, ricordiamo oggi Francesco Mansutti di anni 26 ex alunno del liceo Classico allora me preside, persona deliziosa di cui è lecito dire “giovane era bello e di gentile aspetto” da intendersi bellezza interiore venuto a mancare nei giorni scorsi a causa di un tragico incidente sul luogo di lavoro presso la sua azienda dove si prodigava e spendeva in svariati settori. A suo riguardo non soccorre davvero la consolatoria epigrafe “Muor giovane chi al cielo è caro” (Teofrasto lirico greco) considerato che la cosiddetta Belle dame sans merci (la bella signora senza grazia) cioè la morte padroneggia a suo capriccio incurante dell’età direi sprezzante laddove piuttosto si ostina a lasciare in vita esseri che la invocano invano sfibrati dalle sofferenze. Più realisticamente ritengo che a stento profondi dolori sostengono la mortificazione del conforto accordando semmai appena una pur sincera partecipazione che, inevitabilmente, scivola rapida sul cuore degli afflitti. Altro non rimane che il fervido ricordo della tomba, quelle “urne dei forti” di cui il ben noto messaggio foscoliano oggetto di una “pietosa insania” cioè un muto dialogo, una sorta di “vaneggiamento” da parte dei viventi per i quali i loro cari rimarranno vivi nella memoria non solo mediante il simulacro della tomba ma soprattutto per le opere, per il loro buono e onesto operare così come è stato per Francesco al quale va il nostro pensiero rimpianto e compianto unitamente a quello dei suoi cari.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteSilvio Rimembro Ancor…..
Articolo successivoOggi in Campidoglio i funerali di Silvio Di Francia. L’ultima intervista un anno fa