Solo questa mattina il sindaco di Sezze, Sergio Di Raimo, aveva postato sul suo profilo social una lunga riflessione sull’aumento dei contagi in paese, annunciando un ulteriore aggravio delle restrizioni.

Appena qualche minuto fa, sempre su facebook, il sindaco ha annunciato con un post quanto segue: “Comunico di aver dato mandato al Responsabile del servizio di predisporre ORDINANZA di sospensione delle attività didattiche fino a venerdì 20 novembre 2020.

Le motivazioni saranno interamente riportate sull’ordinanza”.

Quindi studenti a casa un’altra settimana in attesa di vedere se la curva dei contagi in paese scenderà, mentre i genitori sono in difficoltà perché non sanno come gestire la situazione, tra lavoro e assistenza ai propri figli. Ora si spera solo che queste prolungate chiusure portino ad un risultato positivo, con la discesa della curva dei contagi. Certo è che Di Raimo sembra aver paura della situazione e sceglie la linea dura della chiusura di tutti gli istituti compresi gli asili privati, andando contro anche al ministro Azzolina, che vuole le scuole sempre aperte. Ma intanto il controllo del territorio non sembra abbastanza preciso e in alcune zone si ripetono assembramenti che lasciano alquanto perplessi e preoccupano la cittadinanza.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.