La discarica di Borgo Montello non deve riaprire, va bonificata ed avviata alla gestione post mortem. Questo è l’indirizzo di Latina Bene Comune e dello stesso Comune di Latina,

32

La discarica di Borgo Montello non deve riaprire, né parzialmente né per urgenze contingenti. Va bonificata ed avviata alla gestione post mortem. Questo è l’indirizzo di Latina Bene Comune e dello stesso Comune di Latina, che anche attraverso il Consiglio si è espresso chiaramente in proposito: la salute e la sicurezza dei cittadini sono al primo posto. Quei luoghi ora vanno restituiti ai residenti, che tanto hanno patito negli anni a causa dei miasmi e dei disagi, e che continuano a pagare in termini di salute e di sviluppo economico del territorio, per una maxi servitù che qualcuno ha deciso di piazzar loro davanti casa.
Della discarica di Borgo Montello e della conferenza dei servizi programmata per il prossimo 26 gennaio si è parlato nel corso di una riunione di maggioranza, durante la quale è stato ribadito il secco No a qualunque ipotesi di riapertura ed è stato stabilito che saranno programmati nei prossimi giorni incontri online con gli abitanti del borgo per spiegare cosa sta succedendo. Si terranno incontri istituzionali e politici, ai quali parteciperanno anche portatori di interesse, cittadini e comitati di Montello e Bainsizza. Gli incontri si terranno online per rispettare le norme anticovid: su piattaforma Webex con i responsabili del presidio territoriale di LBC dei borghi nord, e in diretta Facebook sulla pagina di LBC con esponenti del movimento e rappresentanti istituzionali.
Latina non può essere costretta ad accettare una nuova servitù, con nuovo sito di stoccaggio di inerti, per evitare la riapertura di Montello. Si tratta di questioni che viaggiano su binari distinti e non sovrapponibili, e tali devono restare. Il nuovo sito va scelto su base provinciale: nessun comune deve fare un passo indietro, ma la scelta deve essere fatta ragionando su tutto il territorio e si tratta di un processo sul quale porre la massima attenzione, nell’interesse della comunità, perché lo stoccaggio riguarda materiali risultati da trattamenti precedenti e che dunque non possono essere riciclati: dunque rifiuti a tutti gli effetti.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteUfficiale: Renzi annuncia le dimissioni delle ministre Bonetti e Bellanova. Ora è crisi di governo
Articolo successivoSì ai vaccini prioritari per i dipendenti del Trasporto pubblico
Paolo Iannuccelli
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.