La morte di Massimo Pietrosanti a Cisterna. Emergono gravi responsabilità, sequestrato il cantiere

2944

CISTERNA- Emergono gravi responsabilità della ditta in subappalto che sta svolgendo lavori di ristrtturazione in via Bufalaraccia, a Cisterna, dove una volta sorgeva un grande centro ippico. Massimo Pietrosanti stava tagliando una lastra in cemento, là dove una volta c’erano le stalle dei cavalli da corsa.La ditta non avrebbe predisposto le dovute strutture di protezione e così il povero operaio è rimasto schiacciato da una lastra di cemento mentre la stava tagliando. Una morte orribile .Vani i soccorsi che sono stati rapidi, ma inutili. Il cantiere ora è stato posto sotto sequestro, dopo l’ispezione dei funzionari ASL, mentre 3 persone risulterebbero indagate per omicidio colposo.La regione è intervenuta attraverso l’assessore Di Berardino, che ha espresso le condoglianze alla famiglia a nome di tutta la giunta e il consiglio ed ha annunciato nuove misure atte a rafforzare la prevenzione nei luoghi di lavoro.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.