La Scuola Basket Scauri per la pallacanestro accessibile a tutti: arriva il Camp estivo gratuito negli oratori di Scauri e Marina di Minturno

21

Dal 3 giugno al 31 luglio appuntamento con lo Skill Camp di basket e minibasket per tutte le età e abilità negli oratori delle parrocchie di Sant’Albina V.M., Maria e SS.ma Immacolata a Scauri, e San Biagio a Marina di Minturno.

La Scuola Basket Scauri è pronta a dare il via allo Skill Camp estivo che offre la possibilità di seguire corsi gratuiti, per tutte le età e abilità, con la guida dell’esperto team. Dal 3 giugno al 31 luglio si vivrà di pallacanestro, per un’estate di sport e divertimento, ai campi da gioco degli oratori delle parrocchie di Sant’Albina Vergine e Martire e Maria e SS.ma Immacolata a Scauri di Minturno, e San Biagio a Marina di Minturno.

Un’iniziativa fortemente voluta dai promotori del nuovo sodalizio, i coach Enrico Fabbri e Claudio Di Ciaccio, che al mondo del basket hanno dedicato la loro carriera a livello nazionale e internazionale, e sostenuta con convinzione dalle comunità parrocchiali. Si tratta di un’occasione unica che “permetterà ad aspiranti e appassionati di apprendere al meglio lo spirito e le tecniche del basket e del minibasket con i migliori professionisti del settore, per misurarsi con il mondo della pallacanestro ed eventualmente di iniziare un percorso sportivo vero e proprio” spiegano Fabbri e Di Ciaccio.
I coach ribadiscono l’impegno forte e concreto a favore dei giovanissimi e dei giovani del territorio, “per la promozione dello sport in parrocchia come esperienza educativa e di partecipazione”. Più in generale, il progetto della Scuola Basket Scauri è ambizioso e punta alla formazione di giocatori di pallacanestro a tutto tondo e competenti, con la volontà di superare le barriere fisiche, per una cultura dello sport accessibile anche alle persone con disabilità, e per favorire l’inclusione sociale, creando così un contesto positivo in cui tutti possano davvero esprimersi.
Una Scuola in cui si dà principalmente valore alle persone, fornire loro “gli strumenti di cui hanno bisogno per raggiungere il massimo potenziale – sottolineano i coach Fabbri e Di Ciaccio – Sviluppare le abilità nel basket e l’autostima in modo che possano sentirsi a proprio agio e sicuri dentro e fuori dal campo, senza dimenticare l’importanza del divertime
Un impegno sui territori e per i territori che viene portato avanti fin dalle prime iniziative, come il progetto “Basket in Cartella” dedicato agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, creando i presupposti per un’organizzazione sportiva molto più ampia insieme al contributo qualificato dei coach Giuseppe Pantalei, Antonella Romano, Francesco Parrotta e il preparatore atletico Claudio Lopiano.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteVenerdì 31 si apre la Sagra dello zucchino a Montenero
Articolo successivoLa Humanity fa rotta verso Livorno con a bordo 100 migranti, lasciato il cadavere di una bambina a Lampedusa
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.