APRILIA – La soluzione di Rida al problema dei rifiuti nel Lazio, la società di Altissimi ha scelto la via della Grecia per non aumentare i costi per i cittadini. Prova a dare una soluzione tutta sua al problema dei rifiuti nel Lazio la Rida di Fabio Altissimi. Per ora è quasi un esperimento – come racconta Altissimi al sito romano 7Colli.it, ma se dovesse funzionare può essere destinato a fare scuola. E a risolvere almeno in parte il drammatico problema legato alla gestione dei rifiuti nella Regione.

Rida Ambiente tratta nel suo impianto all’avanguardia nel comune di Aprilia i cosiddetti rifiuti urbani. Quelli cioè che vanno stabilizzati ed essiccati, fino ad essere trasformati in un composto. Che prende il nome di CSS e che ha un grande potere energetico. Che può sprigionare se sottoposto a combustione. In poche parole, se bruciato in un termovalorizzatore per produrre energia.

Purtroppo attualmente nel Lazio non si può fare, perché il vecchio impianto di Colleferro è fermo. E l’unico funzionante resta quello di San Vittore, ai confini con la Campania. Per il resto, Zingaretti e la sua giunta hanno preferito puntare ancora sul vecchio sistema delle discariche. Che ormai sono al collasso. Con il grandissimo problema dei rifiuti di Roma. E la decisione contestatissima di realizzare Malagrotta due a Monte Carnevale. Ancora una volta in piena Valle Galeria. Un problema relativo per Rida, come spiega lo stesso Altissimi. Perché nonostante l’autorizzazione a trattare circa 400 mila tonnellate di materiale, l’impianto di Aprilia unico nel Lazio non ha una sua discarica dedicata. Dunque per non gravare ulteriori costi sulle spalle dei cittadini con l’aumento delle tariffe la società di Altissimi ha scelto la via del mare, nel Mediterraneo, da Civitavecchia fino in Grecia.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.