Latina ha reso omaggio a Davide Sassoli illuminando il monumento all’Inclusione

65

Il primo momento per ricordare Davide è stato in piazza del Popolo davanti all’ingresso principale del palazzo comunale dove i rappresentanti della sezione di Latina del Movimento Federalista Europeo (MFE) e il Forum dei Giovani hanno lettoalcuni stralci degli interventi di Sassoli al parlamento europeo. Sono intervenuti il sindaco Damiano Coletta e, in rappresentanza della Provincia di Latina, la consigliera provinciale Valeria Campagna.

In serata c’è stato il secondo momento commemorativo al monumento all’Iclusione, inaugurato dallo stesso David Sassoli al parco San Marco nel dicembre del 2019. L’evento è stato organizzato in collaborazione con la Fondazione Varaldo Di Pietro e si è svolto alla presenza del sindaco Coletta, di Valeria Campagna, in rappresentenza del presidente della provincia Stefanelli e del presidente della Fondazione Gianni Di Pietro. Il monumento, dedicato a Eunice Kennedy Shriver, è stato illuminato con l’esecuzione di un suggestivo sottofondo musicale. Una semplice cerimonia ma dal grande significato. “Alla inaugurazione del monumento, a cui presero parte molti ospiti tra cui Samuel Kennedy Shriver – ha detto Di Pietro – abbiamo avuto l’onore della presenza del presidente David Sassoli, che aveva voluto condividere con tutti noi i valori e le forti simbologie che quell’opera testimonia. A lui saremo sempre grati per questa sua presenza e per la grande sensibilità confermata anche in quella occasione. Vogliamo ringraziarlo e salutarlo con un semplice gesto nel giorno in cui la comunità internazionale gli ha rivolto l’ultimo saluto. Ringrazio il sindaco Damiano Coletta e l’Amministrazione comunale per aver aderito a questa iniziativa”.

Grazie Davide, Latina non ti dimenticherà!

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.