Leonardo, il sindaco Salvetti e l’assessore Simoncini hanno incontrato i rappresentati dei lavoratori

Dalla riunione la solidarietà ai dipendenti ex Wass

60
Leonardo SpA stabilimento di Livorno
LIVORNO – Il sindaco Luca Salvetti e l’assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini hanno incontrato questo pomeriggio i rappresentanti dei lavoratori di Leonardo, ex Wass. Presente la Rsu insieme ai segretari provinciali di Film, Fiom e Uilm.
Le organizzazioni sindacali hanno informato delle preoccupazioni rispetto alle prospettive dell’impianto di Livorno derivanti dalle ipotesi di cessione circolate in questi giorni e confermate anche da recenti dichiarazioni dell’amministratore delegato Profumo e hanno informato dello sciopero nazionale promosso per il 6 dicembre a difesa del futuro del settore.
Sindaco e Assessore nell’esprimere solidarietà ai lavoratori anche in vista dello sciopero di lunedì 6 dicembre hanno ricordato le iniziative messe in campo nei giorni scorsi con le quali è stato chiesto al Governo e alla Regione di mettere in atto ogni iniziativa per salvaguardare, oltre all’occupazione, anche la qualità e la professionalità del sito di Livorno sottolineando il valore delle  attività che vi si svolgono anche dal punto di vista della difesa del Paese.
Il sindaco ha quindi preso l’impegno di cogliere tutte le occasioni possibili per confrontarsi con il Governo nazionale al fine di ottenere rassicurazioni e garanzie rispetto alle preoccupazioni condivise con le organizzazioni sindacali.
E’ stato infine deciso che dopo l’incontro di oggi sarà tenuto aperto un canale di comunicazione tra l’Amministrazione e le organizzazioni sindacali in modo tale da poter condividere iniziative e interventi a tutela del sito ex Wass di Livorno.

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteLatina, 20enne con esplosivo e droga in casa, arriva la condanna a due anni
Articolo successivoMuseo della Città e Biblioteca di Villa Fabbricotti, ecco tutti gli appuntamenti nel fine settimana
Giurista e giornalista pubblicista dell'Ordine della Toscana, ho vissuto a Firenze, Parigi e Roma senza mai smettere di essere livornese. Per il mio territorio nutro un interesse atavico, un amore senza condizioni. La mia seconda Casa è l'isola d'Elba. Appassionato di scrittura sin dalla più tenera età, gestisco la sezione Toscana della testata oltre ad altre collaborazioni online e su carta stampata.