Migranti protestano per il cuoco: CasaPound si faccia luce sui come vengono spesi i fondi assegnati alle Coop

270


LATINA – In protesta contro il cuoco della cooperativa, colpevole di non aver soddisfatto il palato dei migranti. Questa mattina, si sono riuniti diversi rifugiati in Piazza Roma di Latina, per contestare il cuoco della cooperativa che li ospita.
Secondo CasaPound una protesta ai più sembrata curiosa, quella di alcuni richiedenti asilo di stanza presumibilmente a Norma. Tra i cartelli fotografati da alcuni militanti di CasaPound Latina presenti in loco si legge un attacco a “Muhamad”, a quanto riferito dai richiedenti asilo stessi, un cuoco poco gradito nel centro di accoglienza. Nella nota del movimento si legge inoltre che: “Abbiamo assistito ad una protesta tragicomica, i richiedenti asilo si lamentavano infatti per la cucina di un cuoco, presumibilmente dipendente della cooperativa. Intervistati da noi ci hanno inoltre fatto presente come anche la situazione igienica sia particolarmente carente, con saponi inesistenti e una dotazione di carta igienica insufficiente. Ci chiediamo dunque come sia possibile che con tutti i soldi che le cooperative ricevono si possa tollerare uno stato di abbandono del genere, chiediamo alle istituzioni e alla cooperativa in questione (a quanto riferito sembrerebbe la cooperativa Astrolabio) di fare immediata chiarezza sulle ragioni di questa protesta, sulle reali condizioni del centro di accoglienza e sulla possibile presenza di un capolarato all’interno del centro stesso, pretendiamo inoltre dalla politica delle risposte immediate che non possono che essere di una virata restrittiva nei confronti di una politica migratoria scellerata.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteMuore il ‘Maresciallo’ di Latina, l’inventore del famoso panino completo
Articolo successivoOmicidio del sarto 82enne, il mistero del bancomat utilizzato da una giovane dell’est