Nando Di Pietro, ci ha lasciato un uomo che ha formato generazioni di pontini

52

Ciao Nando. Eri una di quelle persone che sembrano non tramontare mai, sempre alla ricerca di nuove esperienze, con grande capacità di adattarsi a ogni situazione e creare occasioni di affermazione. Nando Di Pietro ci ha lasciato alla chetichella – senza fare rumore – in una calda mattinata di settembre. Un pezzo di Latina con un forte radicamento popolare, un punto di riferimento per tanti grazie a un carattere mite e bonario, a un volto eternamente sorridente con libertà di sognare. I suoi modi garbati di gentiluomo di altri tempi mi hanno sempre colpito. Conosco bene la sua famiglia, cominciando dal mitico papà Alcibiade. Nando ha insegnato a guidare a generazioni di pontini che frequentavano la sua autoscuola, ha rappresentato soprattutto un maestro di vita. Non aggiungo altro, sarebbe inutile. Mi piace ricordarlo in fotografia assieme a Fausto Coppi e Rik Van Steenbergen, durante una tappa a Latina del gran premio ciclomotoristico Roma-Napoli- Roma. La bicicletta era una sua grande passione, è volato in cielo dopo una vita di belle pedalate. Ti sia lieve la terra, amico mio.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.