L’uomo ucciso si chiamava Alika Ogorchukwu e aveva 39 anni: abitava a San Severino Marche ed è stato ucciso oggi da un aggressore di origini campane. La lite è scoppiata dopo una parola di troppo a un donna ed è stato aggredito prima con la stampella che lo aiutava a sorreggersi e poi a mani nude questo pomeriggio nella centralissima Umberto I a Civitanova Marche.

L’uomo era solito chiedere l’elemosina in cambio di pacchetti di fazzoletti, il suo corpo è rimasto a terra davanti ai negozi e ai passanti.

Dopo alcune ore è stato individuato e portato in commissariato il presunto aggressore: si tratta di un italiano di 32 anni, originario di Salerno ma residente a Civitanova. La lite sarebbe deflagrata dopo che il nigeriano aveva importunato (chiedeva soldi in cambio di alcuni pacchetti di fazzoletti) una donna che era in compagnia del 32enne. Secondo alcuni testimoni il nigeriano sarebbe stato ubriaco. Sul luogo dell’omicidio è arrivato anche il procuratore Claudio Rastrelli.

La dinamica di quanto accaduto è tuttora al vaglio degli inquirenti.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.