LATINA- Non saranno le “giovani marmotte” a togliere le castagne dal fuoco ai dirigenti dem. M’è capitato sotto agli occhi un  documento, l’ennesimo di un emergente genere letterario, vergato dai “Giovani Democratici” e da una non meglio precisata “Sinistra Giovanile”.

In primo luogo, non ho ben compreso la natura ontologica degli estensori del suddetto scritto! Mi domando cioè chi diamine siano, quali siano le res gestae per le quali si arroghino il diritto di rimbrottare una classe dirigente, effettivamente, equiparabile alla degenza di un reparto geriatrico.

Inoltre, avendolo letto e riletto più e più volte (nonostante non ci volesse un ermeneuta per comprenderne l’assoluta vacuità) sarà un problema mio ma non è chiaro cosa vogliano dire i giovani sinistri.

Non vorrei fossero truppe – assai più malconce di quelle spedite dal Duce a far l’Impero – manovrate dai soliti notabili sprovvisti di quel coraggio che dovrebbe caratterizzare l’agire politico. Agitare, cioè, questi giovani i cui pensieri sarebbero indecifrabili perfino alla Sibilla Cumana, per togliersi le castagne dal fuoco, vale a dire tessere la complicata tela del dialogo fra dem ed il Sindaco Coletta.

Si narra che qualche dirigente piddino, una volta letto il manoscritto delle “giovani marmotte”, sia sobbalzato dalla sedia: “Contrordine, compagni! Qui non firmiamo nulla, a mancare è la firma delle Sardine. In loro assenza non si posson decidere le magnifiche sorti e progressive della città”.

Già, ma se i firmatari del pezzetto di carta di cui sopr sono da ritenersi ad uno stato politicamente gassoso, le sardine in salsa pontina sono invisibili ad occhio nudo e certo non si può subordinare alle modeste entità culturali e politiche di costoro una partita così importante per la nostra città.

Gli adulti si assumano le loro responsabilità e facciano Politica, se ne sono ancora capaci.

Non si usino dei giovani, a naso un po’ inconsapevoli, come alibi delle proprie miserie.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.