LATINA – Il Movimento 5 Stelle di Latina segnala un fenomeno di abuso dell’occupazione degli altrui spazi pubblici elettorali e chiama in causa il candidato sindaco Damiano Coletta e il gruppo che si occupa fisicamente dell’affissione della sua propaganda elettorale.

“Come ogni campagna elettorale, anche questa volta, assistiamo basiti alla sistematica occupazione degli spazi elettorali altrui – spiega il Movimento in una nota diffusa oggi – L’illegittimo tentativo di ottenere maggiore visibilità ha, incredibile ma vero, contagiato anche i cantori del bene comune che, evidentemente, si sono dimenticati di indottrinare a dovere i propri cosiddetti “attacchini” secondo i principi e le norme elettorali stabilite dal prefetto. Eppure gli spazi sono ben delimitati e numerati e non c’è margine d’errore. Perché dunque invadere lo spazio altrui oscurando e danneggiando, sotto il profilo della comunicazione, Gianluca Bono, il candidato sindaco M5S di Latina? Gentile candidato sindaco Damiano Coletta non crede sia opportuno intervenire su i suoi “attacchini” al fine di far cessare questo tipo “di fallo tecnico” e ristabilire, quindi, le regole del gioco e del fair play a Lei tanto cari? Chi si erge a paladino della legalità dovrebbe saper far rispettare, anche ai soggetti incaricati dell’affissione dei propri manifesti elettorali, le regole basilari sulla relativa propaganda. Auspichiamo, di trovarci solo dinanzi ad un caso, speriamo isolato, di eccesso di protagonismo”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.