Perché la sonda spaziale “Solar Orbiter” dell’ESA si dirigerà verso il sole.

114
Solar Orbiter studierà il sole

Una nuova missione solare aiuterà a risolvere alcuni dei misteri più spinosi della nostra stella

Quale sarà la missione di questa sofisticata tecnologia ?

Una nuova sonda spaziale “da sole” è stata lanciata in missione per tracciare una mappa delle regioni polari inesplorate del sole e per capire come la nostra stella crea e controlla la vasta bolla di plasma che avvolge il sistema solare.

Il Solar Orbiter dell’Agenzia spaziale europea è schizzato via da Cape Canaveral, in Florida. L’astronave inizia ora un viaggio contorto di quasi due anni, portando due assist di gravità da Venere e uno dalla Terra, verso un’orbita che lo porterà ripetutamente un pò più vicino al sole rispetto a Mercurio.

Previsto per studiare il sole per almeno quattro anni a partire dal novembre 2021, Solar Orbiter sta andando dove pochi veicoli spaziali sono andati. La sonda si librerà sopra e sotto le orbite dei pianeti per dare una sbirciatina ai poli nord e sud del sole – una regione che nessuno ha ancora visto. Uno dei tanti obiettivi della missione è vedere come cambiano i poli quando il campo magnetico del sole si ribalta all’altezza del prossimo ciclo solare , a metà di questo decennio.

La sonda trasporta una suite di 10 strumenti scientifici, tra cui telecamere e dispositivi per misurare il campo magnetico del sole e il vento solare, un flusso di plasma che scorre dal sole e alla fine si sporge al confine del sistema solare con spazio interstellare . All’approccio più vicino al Sole di Solar Orbiter, a circa 42 milioni di chilometri sopra la superficie, il sole apparirà 13 volte più luminoso della Terra, riscaldando l’astronave a quasi 500 ° Celsius. Per vedere il sole in sicurezza, la maggior parte dei suoi strumenti sbirciano attraverso le finestre protettive nascoste dietro le porte scorrevoli nello scudo termico del veicolo spaziale.

Il viaggio di Solar Orbiter, lo porterà oltre Venere due volte e la Terra una volta, usando la gravità di questi pianeti per collocarsi nella sua orbita scientifica. I successivi colpetti di Venere inclineranno l’orbita della sonda in modo che possa scansionare latitudini più elevate sul sole.

Solar Orbiter fa parte di una tripletta di nuove missioni dedicate a svelare i misteri del sole. La sonda solare Parker della NASA si sta già avvicinando sempre più alla luce del sole . Parker non vedrà mai direttamente il sole o esplorerà i poli, ma si avvicinerà molto più del Solar Orbiter e misurerà direttamente il vento solare da soli 6 milioni di chilometri sopra la superficie del sole.

Nel frattempo, il telescopio solare Daniel K. Inouye alle Hawaii ,  il più grande telescopio solare sulla Terra , aprirà  l’attività  questa estate. Fornirà una visione d’insieme del sole e del suo campo magnetico con le immagini con la più alta risoluzione mai  scattate .

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.