LATINA – “Per l’ennesima volta l’amministrazione comunale guidata dal centrosinistra si dimostra incapace di risolvere i problemi reali dei cittadini. Riscontrata la pericolosità dell’infrastrutture a marzo 2021, il Comune ha provveduto alla chiusura dei due ponti siti in nei quartieri Q4 e Q5: siamo a giugno 2022 e nulla è cambiato“.

Ad affermarlo, in una nota, il Presidente della Commissione “Trasparenza e legalità” e Consigliere Comunale di Latina Andrea Chiarato.

Il mancato ripristino in tempi ragionevoli della viabilità pedonale rappresenta di fatto una vera e propria barriera architettonica, frutto dell’inefficienza della politica che attualmente governa la nostra città: l’inizio della bella stagione aumenta il disagio dei residenti e non solo che utilizzavano quei percorsi sia per sfruttare i parchi adiacenti nelle giornate di sole, sia per giungere fino al mare tramite il collegamento ciclopedonale.

La cronica mancanza di manutenzione sulle infrastrutture cittadine ha come risultato l’aggravamento delle condizioni d’instabilità delle stesse e l’aumento dei costi finali d’intervento per la messa in sicurezza.

E’ necessario cambiare mentalità. Come recita un detto: “prevenire è meglio che curare’’.

Purtroppo si certifica ancora una volta la prassi con cui la maggioranza Coletta affronta i problemi strutturali di Latina,: quando qualcosa diventa inagibile, si chiude senza avere la certezza di quando si potrà riaprire” chiosa il Consigliere di Fratelli d’Italia.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedente“I Neanderthal al Circeo: la storia mai raccontata”: domenica 29 maggio al Park Hotel il nuovo convegno su Grotta Guattari
Articolo successivoSan Felice Circeo: prosegue l’attività della Fondazione Marcello Zei
Laurea triennale in "Scienze della comunicazione e dell'informazione" presso Università degli Studi Roma TRE. Laurea Specialistica in "Media, Comunicazione digitale e Giornalismo" presso Università La Sapienza di Roma. Aspirante giornalista e addetto stampa presso vari enti locali, scrivo di cronaca, politica, società e sport.