Porto Anzio, Ciacciarelli : “In arrivo 250 mila euro dalla Regione”

28

“Il porto di Anzio ricopre un’importanza strategica per le attività pescherecce ed economiche del territorio, tanto da rientrare nei porti di rilevanza economica regionale e interregionale. La Regione Lazio è consapevole dell’annosa criticità legata a sistematici fenomeni di insabbiamento che comportano potenziali ripercussioni economiche e sull’attività di pesca professionale svolta da parte delle numerose unità stanziali nel porto, criticità confermate dalla Commissione Straordinaria di Anzio nonché dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio e che richiedono quindi interventi continui e rapidi per garantire la sicurezza della navigazione. Davanti a tale annosa e problematica situazione, confermo tutta la nostra vicinanza ai pescatori di Anzio e a tal proposito vorrei rassicurarli sul fatto che, con una determina approvata a dicembre scorso, abbiamo provveduto a stanziare 250mila euro a favore del Comune di Anzio per programmare interventi attinenti alla manutenzione degli ambiti portuali e fondali del bacino della città. Attualmente al Comune già è stato erogato il 20% del Contributo, pari a 50.000 euro, per consentire l’avvio delle attività. Un intervento non isolato, ma funzionale ad avviare un percorso costante e coordinato per la definitiva risoluzione del problema”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale del Lazio alle politiche del mare, Pasquale Ciacciarelli.

A maggio 2023:

“Lo sviluppo economico del nostro paese è strettamente legato alla valorizzazione delle politiche del mare, l’elevatissimo numero di imprese operanti nel settore ci consentono infatti di posizionarci tra i primi paesi in Europa nel campo del turismo costiero, della cantieristica navale, del trasporto marittimo. Tali fattori non possono che stimolare il nostro lavoro in una Regione come il Lazio in cui per la prima volta, grazie l’intuizione del Presidente Rocca circa l’importanza del settore nel nostro territorio, in passato purtroppo poco valorizzato in ottica di programmazione e sviluppo, è stato istituito un apposito Assessorato per le Politiche del Mare. Il nostro lavoro in questi primi mesi dall’insediamento si è concentrato sulla necessità di dare pronte risposte agli operatori del settore, per tale ragione ci siamo subito messi in moto per cercare di definire il nuovo Piano dei Porti di Interesse Economico Regionale, del quale è in fase di ultimazione la procedura di Vas per poi passare all’approvazione della Giunta e del Consiglio Regionale. L’intenzione è infatti quella di aggiornare il Piano, fermo purtroppo alla data della sua entrata in vigore nel 1998, è importante ricontestualizzarlo considerando il cambiamento del tessuto economico sociale nel corso degli anni e la maggiore esigenza di preservare la tutela delle Coste e del Paesaggio, a tal fine il nuovo Piano dei Porti sarà incentrato sulla Portualità destinata alla nautica da diporto, con l’inserimento di piccole strutture per 300/500 posti barca, conformate agli aspetti ambientali e costieri del paesaggio circostante. In questa ottica i siti individuati sono quelli di Montalto di Castro, Tarquinia, Ladispoli, Latina (Rio Martino), Terracina, Formia e Ponza. Infine, stiamo lavorando per la redazione dei Piani Regolatori portuali dei porti regionali”. Lo dichiara in una nota l’assessore all’Urbanistica, Politiche del mare, Politiche abitative e Case popolari, Pasquale Ciacciarelli.

Alessandra Trotta

(Giornalista e scrittrice)


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteCarceri, Regimenti : “Per abbattere recidiva investire nel reinserimento sociale dei detenuti”
Articolo successivoSanità, Rocca : ” Gemelli e Sant’ Andrea tra le prime 250 strutture al mondo che fanno grande il Lazio “