Priverno. “Welcome Children”, un albero per ogni nuovo nato, domenica 26 novembre a Palazzo Comunale

45

“Seminiamo insieme il futuro”

Con questo slogan il Comune di Priverno invita i genitori delle bambine e dei bambini nati nel secondo semestre dell’anno 2021 (1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021) e nel primo e secondo semestre 2022 (01 gennaio 2022 – 31 dicembre 2022), residenti nel comprensorio comunale, presso la Sala delle Cerimonie.

Così come ormai da diversi anni, nell’ambito del progetto “Welcome Children – un albero per ogni bambino”, domenica 26 novembre, alle ore 10,00, l’Ente darà il benvenuto ai nati negli ultimi anni donando alle rispettive famiglie un alberello da piantare e coltivare perché cresca insieme a loro, rendendo migliore l’ambiente in cui vivranno, e una lezione informativa per apprendere le manovre di ‘Disostruzione pediatrica’ a cura della Croce Rossa Italiana – Comitato di Latina.

Il Comune ringrazia tutti coloro che collaborano all’iniziativa, nella comune convinzione della sua importanza: Sibelco Italia Spa per la fornitura degli alberelli, Croce Rossa Italiana Comitato di Latina, per la lezione sulle manovre di disostruzione pediatrica e la Farmacia Mollicone, per il generoso kit pediatrico.

“L’alberello donato ai nostri bambini – si legge nella nota pubblicata sul sito istituzionale – sia segno di buon auspicio e speranza per un futuro migliore e sempre più attento alla natura e alla sua tutela, anche attraverso l’esempio della cura che di esso si avrà nel farlo crescere”.

Nella mattina dell’evento, per un accesso facilitato dall’assenza di barriere architettoniche, sarà possibile utilizzare da via Principe Amedeo, anche la seconda entrata del Palazzo Comunale, su Piazza Trieste.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteKaribù e AID, lavoratori e Uiltucs ammessi parte civile nel processo
Articolo successivoDomani visita guidata nella casa natale di Dedo