Sono state confermate, nel corso dell’udienza di convalida, le misure cautelari nei confronti di Santino Federici e dei suoi figli Maicol e Santino Cacciotti, arrestati l’altro ieri e indagati per i reati di tentato omicidio, porto e detenzione di arma comune da sparo e lesioni personali gravi. I fatti riguardano quanto accaduto mercoledì mattina a Ceriara di Sezze, con i tre che, secondo gli inquirenti, avrebbero aggredito brutalmente Alessio Antonelli, 30enne residente a Roccagorga, a causa di gelosie sentimentali, tra questi e uno dei figli del 78enne residente a Ceriara di Priverno. Davanti al giudice per le indagini preliminari Pierpaolo Bortone, i tre hanno cercato di spiegare la dinamica di quanto accaduto e i motivi che li avrebbero spinti ad aggredire il 30enne di Roccagorga cercando di far credere he sarebbero stati provocati più volte.
Gli stessi indagati hanno confermato il movente, indicando dei problemi di carattere sentimentale e di gelosia tra Antonelli e il minore dei fratelli. La difesa dei tre ha chiesto e ottenuto dal giudice una perizia medico legale (con l’incarico ad un consulente, oltre ad una perizia in contraddittorio con la difesa. I motivi addotti in sede di udienza di convalida, però, non sono stati ritenuti sufficienti dal Gip per mutare le misure nei confronti dei 3: Santino Federici resta quindi ai domiciliari nella sua abitazione a Ceriara di Priverno, mentre Maicol e Santino Cacciotti sono rinchiusi nella casa circondariale di Velletri.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.