Sabaudia dichiara guerra alla cocciniglia tartaruga, killer dei Pini domestici.

Per scongiurare la morte dei secolari alberi e preservare l’identità paesaggistica di Sabaudia, evitando una perdita irreparabile, l’Amministrazione Comunale ha già avviato le procedute per i trattamenti fitosanitari, il cui inizio è previsto nei prossimi giorni.


I trattamenti coinvolgeranno 400 esemplari. Ad occuparsi della procedura di endoterapia sarà una ditta specializzata che inietterà la sostanza insetticida, nociva soltanto per la cocciniglia tartaruga, ma non per l’uomo e la natura. Il fitosanitario, infatti, debellerà l’insetto che si nutre della linfa dell’albero e poi metabolizzerà il ‘farmaco’ nella corteccia, senza creare alcun danno all’ambiente.

I primi Pini domestici sottoposti a trattamento endoterapico saranno quelli antistanti Palazzo Mazzoni. I maestosi alberi che l’estate, opportunamente illuminati, fanno da cornice alle rassegne musicali e teatrali, svolgendo anche un importante effetto scenico, tanto da aggiungere pregio alla location già di per sé affascinante.

Il trattamento contro la cocciniglia tartaruga, conosciuta anche come Toumeyella parvicornis, riguarderà anche i Pini ai giardini pubblici e via Umberto I, nonché le cortecce degli alberi situati lungo il viale che conduce al Belvedere e in quelle delle restanti aree verdi.

In altre zone della Penisola, i mancati trattamenti fitosanitari hanno portato alla morte dei Pini marittimi, obbligando i conseguenti abbattimenti.

“L’Amministrazione Mosca – si legge nella nota stampa emessa stamane – vuole evitare che accada anche a Sabaudia e per questo, come detto, tra qualche giorno partirà la lotta contro l’insetto che si nutre della linfa dell’albero, attaccando i nuovi rami fino a seccare la chioma. Un approccio protettivo e preventivo, quello dell’Amministrazione comunale, nella gestione delle infestazioni da insetti nocivi per la salute degli alberi”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteDomani a Latina presso il Cupra Icar Garage la presentazione del progetto ‘Cupra Padel 4’
Articolo successivo“Sulle Strade della Liberazione”, la Pedalata, appuntamento il 25 aprile alle 9:00 in Piazza Giacomo Matteotti