Toscana rossa o arancione? Giani e Nardella esprimono cauto ottimismo

58

FIRENZE- Negli ultimi giorni, a causa dell’aumento repentino dei casi di Covid19 in molte province (noi ne abbiamo parlato qui https://www.news-24.it/covid-1-5-delle-province-a-rischio-varianti-si-trovano-in-toscana-ecco-dove/), la Toscana sembrava destinata inesorabilmente a passare in zona rossa già da domenica.

Tuttavia, secondo il Presidente Eugenio Giani e il sindaco di Firenze Dario Nardella lo scenario più probabile sembrerebbe quello di una Toscana arancione con alcune zone “rosse”, come già accaduto per Cecina, che da domani entrerà in lockdown per una settimana (https://www.news-24.it/cecina-sara-zona-rossa-da-giovedi-25-febbraio-lannuncio-direttamente-dal-sindaco/).

“Non posso prevedere quello che avverrà nella cabina di regia di venerdì” afferma Giani “ma i primi elementi di valutazione dei dati che forniremo questa settimana probabilmente ci portano a rimanere in fascia arancione. Le preoccupazioni relative a un ingresso in zona rossa non sembrano così forti come potevano apparire magari qualche giorno fa”.

Anche il sindaco Nardella invita ad evitare gli allarmismi “C’è stata una fuga di notizie sul fatto che la Toscana sicuramente vada in zona rossa. Bisogna essere prudenti, realistici ma anche non allarmistici, ci sono molte probabilità che rimanga in zona arancione”.

La soluzione più plausibile, ad oggi, sembra essere quella di una Toscana arancione con una serie di restrizioi ad hoc comune per comune, laddove sia necessario. Tra le misure da adottare in caso di focolai ci sarebbe anche la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.