Toscana: tracciamento in tilt, per rimediare i positivi verranno liberati con un sms

Intanto sono arrivate in regione le prime 1440 confezioni di pillole antivirali per il Covid

95
Foto da "Il Tirreno"

FIRENZE – La Regione Toscana è stata travolta, nei giorni passati, da una vera e propria tempesta chiamata Omicron. A causa di migliaia di nuovi contagi da un giorno all’altro, il sistema di tracciamento è saltato e adesso il governatore Giani corre ai ripari con misure che riportino il sistema sanitario regionale verso il controllo della situazione. Ci sono oltre 64.000 positivi non tracciati, sfuggiti alla macchina del tracciamento, che verranno liberati con un sms. Nel messaggio sarà contenuto un link che rimanda a 4 semplici domande sullo stato attuale di salute, dopodiché, se idonei, il certificato di fine isolamento arriverà direttamente sulla casella di posta elettronica personale. Giani non ci sta però ad essere tacciato di disorganizzazione e ripete come un mantra che dalla sera alla mattina la Regione si è trovata a gestire da 1.000 nuovi contagi al giorno a 20.000. Da oggi, dunque, sia per l’entrata che per l’uscita dall’isolamento, il processo sarà telematico, via sms e email.

Il presidente Giani chiede al governo di mantenere attivo il Green Pass dei positivi vaccinati, per non disorientarli e non penalizzarli nonostante il loro senso civico. Ovviamente durante l’isolamento non potranno uscire, ma la riattivazione dei green pass ai positivi vaccinati sta creando problemi e i possessori di Green Pass negativizzati sprovvisti per molti giorni, questo potrebbe essere penalizzante per chi, comunque, ha scelto di vaccinarsi.

Aumenterà inoltre la disponibilità dei tamponi e per fruire del servizio pubblico non servirà più la ricetta del medico, ma arriverà un comodo e pratico Qr code in sostituzione. Nel frattempo sono arrivate al Mayer le prime 1440 confezioni di pillole antivirali per il Covid.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.