Zazzari: dopo l’argento a Tokyo viene derubato a Firenze dei ricordi della sua olimpiade

Disperato si affida alla rete per ritrovare quanto perduto

131

FIRENZE – Lorenzo Zazzari, campione Olimpico, il 3 agosto è arrivato a Firenze da Tokyo ed è stato derubato.

Star del nuoto ha ottenuto il secondo posto alle Olimpiadi di Tokyo, per lo stile libero nella staffetta 4×100, ottenendo uno storico argento e dando un contributo determinante alla medaglia del team azzurro. Ma purtroppo il suo ritorno in Italia è stato tutt’altro che felice, contornato di tristezza e rabbia per un furto che lo ha visto coinvolto, un furto che tocca i sentimenti più che il valore economico.  Lorenzo, difatti, una volta tornato, è corso alla piscina di Bellariva, a Firenze, per salutare i compagni. Nel frattempo, in auto, ha lasciato un borsone con dentro dei ricordi di Tokyo, con souvenir per la famiglia, GoPro e tablet pieni di foto. Il borsone è stato derubato, qualcuno ha sfondato il finestrino posteriore dell’auto e ha portato via quanto contenuto all’interno.

Zazzari ha raccontato tutta la vicenda su Instagram e su Facebook, dicendosi distrutto e disposto a pagare un riscatto. Per fortuna almeno la medaglia si è salvata poiché il nuotatore la portava al collo.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.