BRUXELLES – A Bruxelles arriva l’ABC. Ovvero la terna di candidati della Lega alle elezioni europee che risponde ai nomi di Mario Abbruzzese, Cinzia Bonfrisco e Laura Cartaginese.
I tre, infatti, sono stati quest’oggi presenti a ad un importante convegno, presso il Parlamento Europeo, sul tema dell’agricoltura. Grande entusiasmo per le tematiche trattate e per la candidatura dei tre nomi principali del Carroccio nel Lazio.

“Parlare di agricoltura oggi significa far sentire la nostra voce – ha detto Mario Abbruzzese – a tutti i produttori non soddisfatti di questa Unione Europea. Purtroppo non in linea con le esigenze del comparto. Un settore che sta dando molto all’Italia, ma anche al mondo intero, perché il nostro Made in Italy è un’eccellenza di livello internazionale. Non siamo qui per dire no al Green Deal, ma siamo per un’azione più puntuale e più precisa volta a salvare il nostro pianeta e noi stessi.

“Quando noi parliamo di Europa dei territori – ha detto l’europarlamentare Cinzia Bonfrisco – non ci riferiamo solo alla terra, anche se oggi qui ne abbiamo parlato con grande rispetto per gli agricoltori italiani e europei, ma ci riferiamo alle persone. E la sintesi giusta della nostra attività politica quotidiana è proprio la vicinanza alle persone”.

“È stata una giornata importante. – ha detto Laura Cartaginese – Grazie Cinzia per averci portato qui. Noi siamo molto vicini agli agricoltori e con il nostro lavoro quotidiano cerchiamo di tutelare le eccellenze produttive di questo comparto.
Noi tre siamo in prima linea, in mezzo alla gente per la gente”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedente“Stiamo lavorando per voi. Insieme”, nel Comune di Latina il nuovo cantiere congiunto Acqualatina-Italgas
Articolo successivoLivorno: dopo quasi 10 anni è stato sgomberato Palazzo Maurogordato sugli Scali d’Azeglio