Real Fortezza, a Shanghai dove c’era il “campone” adesso c’è un centro sportivo e sociale

C'è anche l'hockey su prato nel programma della Polisportiva

402

LIVORNO – In via Giolitti nel quartiere Shangai sta nascendo un nuovo centro sociale e sportivo grazie all’impegno della Polisportiva Real Fortezza del presidente Giuseppe Barbato e del direttore Stefano Ferrara. Nell’area, abbandonata da anni, meglio conosciuta come il “campone”, i lavori procedono e la struttura, comunque già attiva, avrà il suo volto finale a breve, così un nuovo spazio aggregativo sarà finalmente restituito ai residenti di un quartiere già difficile e problematico. Pronto un campo di calcetto, presto saranno ultimati anche il secondo e il campo di gabbione. In allestimento la zona uffici, installata un’autoclave nuova, ormai pronto anche il piccolo bar mentre le attività sociali sono già in funzione da un anno, con i bambini del quartiere impegnati nei laboratori di pittura e di artigianato a cura di due educatrici e del pittore Roberto Balestri, vincitore del prestigioso Premio Rotonda nel 2000. Partecipa anche il Comune di Livorno con l’Ufficio Marginalità nella persona dell’assistente sociale Jasmine Voliani che riceve alcuni casi di indigenti e disoccupati, soprattutto quelli vicini alla pensione ma non in grado di completare il quadro contributivo. La Polisportiva Real Fortezza è comunque già una realtà da un anno con la prima squadra di calcio dilettantistico in terza categoria e con la scuola calcio. Ma le belle sorprese sembrano non finire mai perché il Real Fortezza per il prossimo anno ha stipulato un accordo di collaborazione con il Livorno Calcio, da svilupparsi per le categorie giovanili. Per il calcetto siamo già al primo torneo ufficiale già in corso per il nuovo campo di via Giolitti, torneo a otto squadre che la prossima settimana arriverà alle semifinali, tra i partecipanti la rappresentativa del Cral dell’Aamps, due squadre di paracadutisti e una di portuali. Non solo calcio e calcetto per le attività sportive perché a cura della Federazione Nazionale Italiana Hockey Giuseppe Barbato vorrebbe realizzare un sogno nel cassetto, quello di riportare l’hockey su prato livornese ad alti livelli dopo i fasti degli anni ’70. La Federazione Italiana Hockey ha donato al centro tutta l’attrezzatura necessaria per l’attività agonistica, bastoni, palline, birilli, porte, per un totale di 1500 euro di materiale. Queste le dichiarazioni del presidente: “la Polisportiva ha come scopo primario quello di aggregare in nome dello sport e della solidarietà, ogni attività che proponiamo rispecchia in pieno lo spirito associazionistico e friendly, siamo aperti a chiunque voglia partecipare con qualsiasi sport, puntiamo a creare un gruppo di famiglie, bambini e giovani. Io non posso fare altro che ringraziare Achille Di Spirito e Tamara Carli del Centro Sportivo Educazionale Nazionale che ci seguono da vicino e Lucia Anita D’Ambra della Federazione Italiana Hockey, abbiamo voluto creare uno spazio di aggregazione e ripristinare le abitudini in una zona che era totalmente abbandonata”. Il progetto, bella novità per i quartieri nord, si è reso possibile grazie a un finanziamento del Credito Sportivo Nazionale mentre il contratto di affitto è stato siglato con la Parrocchia di Shanghai “Sacra Famiglia”. I tornei di calcetto sono targati Csen, Centro Sportivo Educativo Nazionale.

Il presidente Giuseppe Barbato

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.