Accendiamo il risparmio energetico

61

Uno spot per Il primo effetto della crisi? Tagliare la spesa dal carrello. E poi limitare l’uso di gas ed elettricità, per risparmiare. Come si può ovviare a queste crescente inevitabile tendenza degli italiani durante il perdurare di questa emergenza che non conosce fine?

Ce lo spiegano due chef di Latina, Paolo Prearo e Maria Nasso, attori per un giorno, che dispensano consigli con dialoghi da sit-com, in uno spot dal titolo ‘Accendiamo il risparmio’, patrocinato dall’Arsial e realizzato da Palco19 che si è avvalso del soggetto e sceneggiatura stesi a quattro mani dal regista Christian Antonilli e da Gian Luca Campagna, scrittore e giornalista, più la voce dell’attrice Simona Serino.

I due chef Maria e Paolo dispensano consigli, perché pur con la crisi che ha travolto le famiglie italiane non dobbiamo abbandonare la qualità, ma dobbiamo seguire alcune regole, come continuando ad alimentarsi con qualità, magari con prodotti freschi e a km zero, quelli presi dal contadino vicino casa, consumando cibi freschi assaporandone le qualità ed esaltandone i valori nutrizionali. Se cotti, invece, c’è un facile vademecum da seguire per tenere bassi i consumi, sia di gas che di elettricità. Infatti, con la crisi energetica e i rincari in bolletta quasi un italiano su cinque (19%) per risparmiare ha già rinunciato ai fornelli, cucinando di meno e indirizzandosi verso pietanze che non necessitano di essere cotte. Questo è emerso da vari sondaggi sull’impatto del caro energia nelle cucine del Paese dove un altro 53% ha adottato comunque accorgimenti per coniugare la voglia di continuare a portare in tavola cibi cotti con la necessità di ridurre l’impiego dei fornelli. Abitudini virtuose che dovrebbero contrastare l’altro fenomeno, quello che vede molti consumatori per effetto dell’inflazione rilevata dall’Istat dichiara di aver ridotto la qualità degli acquisti, orientandosi verso prodotti low cost per poter ad arrivare a fine mese, andando a caccia dei prezzi più bassi. Così ecco una serie di consigli e un vademecum. Infatti, con la crisi energetica e i rincari in bolletta proviamo a cucinare di meno, scegliendo pietanze che non hanno necessità di essere cotte, quindi consumando alimenti freschi e piatti freddi. E se utilizziamo i fornelli optiamo per le stoviglie che ci consentono un risparmio di energia, come la pentola a pressione; usiamo il coperchio per accelerarne la cottura e soprattutto deve essere adeguato alla dimensione della pentola; poi verificare che la fiamma del fornello sia di colore blu, che indica la buona efficienza nella combustione. La riduzione della cottura dei cibi è fondamentale per gustare pietanze più croccanti, al dente: le verdure non perdono le loro proprietà e la carne leggermente al sangue significa ingerire alimenti con più alto contenuto di nutrienti. Quando scongeliamo le pietanze ricordiamoci di toglierle qualche ora prima dal congelatore piuttosto che adoperare il forno a microonde; per la preparazione dei cibi serviamoci degli attrezzi manuali come la frusta e il cucchiaio invece che del frullino elettrico. Per non sprecare cibo adottiamo comportamenti responsabili, acquistando cibi freschi e spesso. Acquistiamo prodotti locali e a km zero, non solo sono freschi e genuini ma costano di meno, poiché con la filiera corta si riducono i tempi di trasporto e quindi il consumo di carburanti e le emissioni in atmosfera; non solo, si tagliano le intermediazioni con un rapporto diretto che avvantaggia nel rezzo finale dell’alimento sia gli agricoltori che i consumatori.

Alla fine ecco alcuni consigli per risparmiare

  • Usare pentole per cotture plurime, o la pentola a pressione: opzioni che permettono di comprimere i consumi energetici in cucina, riducendo i costi.
  • Utilizzare il coperchio.
  • Usare la pentola adatta per il fornello.
  • Controllare che la fiamma del fornello sia blu.
  • Se si cucinano alimenti al forno, ottimizzare cercando di cucinare più di una pietanza.
  • Utilizzare fruste e cucchiai manuali al posto del mixer o del frullatore.
  • Scongelare i cibi rispettando la catena del freddo, quindi mettendoli prima in frigo, cercando così di evitare l’uso del microonde.

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteBasket, Diego Monaldi è approdato a Udine
Articolo successivoBotte e insulti alla moglie cieca, allontanato dalla casa 68enne violento