Al via il festival “Livorno al Centro”, tre giorni di arte e cultura livornese al centro dell’attenzione

Da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre:15 palcoscenici, 35 spettacoli, 6 conferenze, 2 mostre e più di 100 artisti dislocati nel centro città. Tutti gli eventi sono gratuiti

38

LIVORNO – Sempre più ricco ed interessante il programma di Livorno al Centro. Arte e Cultura Livornese al Centro dell’attenzione”, festival di arte, cultura e spettacolo, che come ogni anno si svolgerà nella città labronica con attrazioni di vario genere per un intero fine settimana, da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre. Tutti gli spettacoli saranno gratuiti.

L’idea del festival, giunto alla sua ottava edizione, nasce dalla necessità di rilanciare il centro città e dalla voglia di valorizzare i talenti artistici e culturali livornesi.

Il festival è organizzato dall’associazione Culturale RIKI in compartecipazione con il Comune di Livorno e con la collaborazione della Fondazione Teatro Goldoni e di altri enti e soggetti del territorio quali l’Accademia Navale di Livorno, le associazioni cittadine, le Guide turistiche cittadine, i Centri Commerciali Naturali e le attività commerciali del centro città.

L’iniziativa è stata presentata oggi, a Palazzo Comunale, dall’assessore alla cultura Simone Lenzi e dall’organizzatore Riccardo Della Ragione.

L’assessore Lenzi ha sottolineato come l’elemento distintivo di questo festival sia innanzitutto la diffusione: diffusione in tutta la città, con il coinvolgimento di gran parte dei quartieri, con iniziative che facciano percepire ai cittadini che il luogo dove abitano può essere il posto in cui si può assistere ad un concerto, ad uno spettacolo o alla presentazione di un libro.

Questa edizione si caratterizza per la ricchezza di proposte e per il coinvolgimento di partner internazionali. Spicca in modo particolare la location di Porta a Mare che ospiterà in prima nazionale la presentazione al grande pubblico della Bizzarrini 5300 GT Revival Corsa. Un evento che rafforza la collaborazione tra il Festival “Livorno al Centro”, che nella scorsa edizione aveva premiato il compianto Giotto Bizzarrini, e gli appassionati delle supercar da lui costruite.

Lo storico marchio “Bizzarrini Livorno” nel 2020, dopo un passaggio di proprietà, è approdato in Inghilterra per la costituzione di una nuova società che ha intrapreso la strada giusta per riportare il marchio alla ribalta nel mondo automobilistico. Oltre alla 5300 GT Revival ci saranno in esposizione la Ferrari Califonia (costruita nel periodo in cui Giotto lavorava alla Ferrari), la Bizzarrini 1900 GT Europa, la ISO AC3 che è stata ospite rappresentativa del lavoro di Bizzarrini alla Mostra di Giugno della “Iso Avventura” organizzata al MAUTO di Torino e per concludere in bellezza, come ormai da tradizione dei raduni di auto Bizzarrini organizzati da Riccardo Della Ragione nella nostra città, tornerà la mitica “Macchinetta” (la Fiat Topolino rielaborata che segna l’inizio della carriera dell’ingegner Bizzarrini).

Saranno anche nuovamente esposte la mostra temporanea “Bizzarrini, il Giotto dell’automobile”, e quella dei disegni “Racing Car” dell’artista Marco Collini. Durante i tre giorni, nella sala conferenze di Porta a Mare sarà possibile ascoltare relatori di grande spessore provenienti da varie parti di Italia per presenziare a questo evento, tra i quali il figlio di Giotto, Pietro Bizzarrini che ha sempre affiancato il padre, l’ingegner Giuseppe Bizzarrini che ha seguito le orme del padre lavorando alla Alfa Romeo e la figlia Amalia Bizzarrini, curatrice del marchio di famiglia.

Il Concerto inaugurale del Festival sarà affidato alla Banda Città di Livorno, che inizierà la propria performance in piazza San Jacopo per terminare, dopo un concerto itinerante sul lungomare del viale Italia, al Gazebo della Terrazza Mascagni.

Dopo un fitto programma di eventi il Festival approderà anche quest’anno all’interno del parco di Villa Maurogordato, dove sarà possibile lasciarsi sedurre dagli ultimi restauri della “Serra incantata” che ospiterà una installazione luminosa e sonora davvero spettacolare.

È in questa cornice che si concluderà il Festival, con un Concerto di Musica Classica che farà da colonna sonora ad un reading sulla storia dei Maurogordato e sulla loro epoca, in cui risplendette la bellezza e la seduzione del Parco e della Villa.

Per questa ottava edizione del festival, la premiazione dei talenti livornesi, a cura dall’assessore alla Cultura Simone Lenzi, avverrà durante la giornata di apertura, venerdì 29 settembre alle ore 19.30 nella piazzetta davanti al Teatro Goldoni. Saranno premiati con una medaglia d’oro due talenti livornesi scelti tra i tanti che la città offre: il tastierista rock Gabriele Lorenzi e l’artista grafico Stefano Pilato. I premi saranno consegnati dall’assessore alla cultura Simone Lenzi e dal direttore artistico del Teatro Goldoni Emanuele Gamba. Conduce il Talk show il direttore artistico del Festival Riccardo Della Ragione.

Gli spettacoli del Festival che si alterneranno durante i tre giorni di programmazione, inizieranno fin dalle ore 10 del mattino e si concluderanno entro la mezzanotte.

Saranno 43 gli eventi in programma e ogni location offrirà spettacoli di alta qualità.

Queste le zone della città interessate:

– Piazza San Jacopo Concerto inaugurale della Banda Città di Livorno

– Piazza Goldoni talk show Livorno al Centro premiazione talenti livornesi

– Porta a Mare Mostra Bizzarrini e Esposizione Auto Bizzarrini

– Terrazza Mascagni Architettura livornese e Vernacolo

– Via San Jacopo DJ set & Live Sax

– Piazza Matteotti Musica Pop 5&5 e Bio food

– Piazza Attias Musica Rap – Trap e danza Hip-hop

– Piazza Grande Swing e Cabaret

– Piazza Colonnella Acoustic Rock

– Via Sardi Musica Soul

– Via Goldoni Musica Etnica

– Mercato Centrale Musica d’Autore

– Piazza Mazzini Musica Rock Blues

– Piazza dell’Arsenale Musica Jazz

– Parco di Villa Maurogordato La Seduzione in Concerto.

In ciascuna delle piazze coinvolte saranno attivi punti di ristoro con una vasta gamma di offerte gastronomiche, dalle cene tipiche livornesi a base di cacciucco agli aperitivi con degustazione di vini, dai cocktails alla pasticceria artigianale e snack bar.

Contemporaneamente alle iniziative musicali e culinarie, le Guide cittadine proporranno Tours culturali sulla storia della città e Tour in Battello.

Come ogni anno sono state anche organizzate una serie di conferenze che pongono l’attenzione su tematiche che riguardano la città dal punto di vista architettonico e sul tema della possibile gestione ecologica.

Si segnala l’evento organizzato al Gazebo della Terrazza Mascagni sabato 30 settembre alle ore 19 che ospiterà la Conferenza sull’architettura livornese durante il periodo della Belle Époque, a cura di Massimo Sanacore, Stefano Ceccarini, Marcello Paffetti.

A seguire, e in contrapposizione alla versione accademica di quell’epoca così affascinante, lo show in vernacolo “Ir Cinematografo ar ParcoEden” messo in scena da Massimiliano Bardocci, Doriana Natali, Alessandro Perullo Fabio Favilli.

(per le informazioni dettagliate consultare il programma allegato e il sito https://www.livornoalcentro.it/)


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteLa città di Livorno vola a Lisbona al Global Summit della Coalizione digitale verde europea
Articolo successivoIorio e Mellano (Cittadini per Sabaudia): “Sabaudia ridotta ad un ruolo subalterno, c’è forse un ‘peccato originale’ da espiare?”