Presente il sindaco di Cisterna Valentino Mantini, inaugurato ieri presso l’Istituto Comprensivo “Leone Caetani”, diretto dal prof. Nicola Ingenito, il laboratorio d’arte intitolato a Fabio Magnante, scomparso a seguito di un incidente stradale nell’aprile del 2016.
Alla cerimonia ha preso parte l’associazione “Angeli vittime della strada” presieduta da Laureta Jaku, da poco costituita a Cisterna.

A margine dell’evento, il sindaco ha proceduto alla consegna dei premi ai vincitori del concorso presepiale e non sono mancati momenti d’intrattenimento, curati dagli insegnanti di musica.

“Ho visto la passione che ci mettete, la capacità di accoglienza. Ho sentito le vostre emozioni – ha detto il sindaco di Cisterna Valentino Mantini, alla cerimonia di inaugurazione e intitolazione del laboratorio di arte –. Questo pezzo di città, il quartiere San Valentino, ha una sua specifica identità e dobbiamo tenerlo ben presente. È vero che a volte può essere un territorio che può fare fatica, ma la sua forza è testimoniata da iniziative come questa. Il percorso che state seguendo per rendere consapevoli i nostri ragazzi, nonostante le difficoltà che viviamo anche legate alla pandemia, è frutto dell’impegno del personale scolastico”.

“L’offerta formativa dell’Istituto comprensivo Leone Caetani – ha aggiunto il primo cittadino – non ha nulla da invidiare alle altre. Questo è fondamentale per costruire una comunità identitaria, per ridare dignità al nostro territorio e per ristabilire il valore delle relazioni, che non sono quelle di internet. Il dolore per la scomparsa di Fabio, così come quello per tutte le giovani vittime della strada, non è mai sopito”

E, per concludere: “Possiamo e dobbiamo rievocare la memoria sempre, affinché le vittime della strada come lui non siano dimenticate dalla nostra comunità”.

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.