LATINA, FROSINONE – Nei mesi di luglio ed agosto i Carabinieri dei NAS, di concerto con il Ministero della Salute, hanno effettuato un’intensa attività di controllo, su tutto il territorio nazionale, al fine di verificare la gestione delle liste di attesa per l’erogazione di prestazioni ambulatoriali, riconducibili a visite specialistiche ed esami diagnostici, afferenti al Servizio sanitario pubblico.

Le ispezioni sono state eseguite presso presidi ospedalieri e ambulatori delle aziende sanitarie, compresi gli Istituti di Ricovero e Cura a carattere scientifico, nonché presso le strutture private accreditate, con la finalità di accertare il rispetto dei criteri previsti dal Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa (PNGLA), stilati per assicurare un corretto accesso alle prestazioni fornite dal Servizio sanitario pubblico ed uniformare un’equa e tempestiva erogazione dei servizi sanitari a favore dei cittadini.

Tra le province di Latina e Frosinone sono state ispezionate 45 strutture sanitarie sia pubbliche che private accreditate (Ambulatori Ospedalieri; Poliambulatori ASL, Ambulatori Casa di Cura Private e Laboratori Analisi). Verificate le liste di attesa per 81 prestazioni e visite specialistiche. Accertamenti in corso in merito alla sospensione arbitraria delle liste di attesa delle prestazioni sanitarie erogate da 2 medici ospedalieri e accertate irregolarità nell’esercizio dell’attività libero professionale da parte di un medico ospedaliero esclusivista.

Sul territorio pontino, in particolare, le strutture oggetto di ispezione sono state 26 e 47 invece le liste di prenotazioni verificate.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteSabaudia. “Libri nel Parco”, Claudio Volpe protagonista del penultimo appuntamento con la rassegna ideata da Sabaudia Culturando
Articolo successivoOccupano un sito militare dismesso: denunciati 3 uomini. Trovati con pistola, coltelli e una maschera in lattice