Il 28 ottobre al via la 120esima edizione della storica mostra d’arte cento pittori via Margutta

277

ROMA- Cento Pittori via Margutta è una organizzazione costituitasi come associazione culturale e storica di artisti pittori che espone principalmente a Roma, in Via Margutta, fondata nel 1970, le cui origini espositive risalgono all’ottobre del 1953.

Le prime mostre di strada in via Margutta risalgono al 1953, negli anni de La dolce vita ritratta da Federico Fellini nel suo film. Gli artisti appendevano i loro dipinti alle pareti e la strada appariva come un’immensa galleria d’arte all’aperto. Negli anni successivi l’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo sponsorizzò le prime mostre e diede una nuova sistemazione al luogo, fornendo energia elettrica gratuita e pannelli di juta cuciti attorno ad un’armatura metallica.

L’associazione artistica dei Cento Pittori via Margutta ha omaggiato nel corso degli anni diversi personaggi celebri tratti dal panorama artistico letterario e storico nazionale, con delle mostre di pittura mirate dove gli artisti si sono ispirati alle figure di pittori, poeti, scrittori, attori e registi italiani come Alberto Sordi,Dante Alighieri, Novella Parigini e Paolo Salvati con la 117ª Mostra Cento Pittori via Margutta, 2022. La 118ª edizione della Mostra Cento Pittori via Margutta, ottobre-novembre 2022 è stata artisticamente dedicata al superamento delle tragedie imposte dalla guerra, dal titolo Cento pittori per la pace, cento colori contro la guerra.

Il 28 ottobre 2023 alle ore 16.00 a Roma, si inaugurerà la 120° edizione della mostra dei “100 pittori di Via Margutta”.

L’Associazione cento pittori Via Margutta ritorna ad esporre le opere dei suoi artisti in via Margutta nella 120° edizione della storica mostra d’arte dal 28 ottobre al 1° novembre 2023.

Al fine di promuovere l’innovazione e l’eco-design inclusivo, anche in termini di economia circolare e orientare il pubblico verso comportamenti più responsabili nei confronti dell’ambiente e del clima, l’Associazione 100 Pittori di via Margutta la mostra si svolgerà sul tema “Cambiamento climatico e Transizione ecologica: risparmio energetico ed innovazione”

Tra i partecipanti il noto acquarellista Giuseppe Zingaretti.

Nato a Roma, dopo gli studi classici inizia il suo apprendistato sotto la guida del padre Antonio, valente ritrattista, poi, con il francescano Ugolino da Belluno apprende buona parte delle tecniche pittoriche.
Dopo una visita al museo di Roma, affascinato dagli acquerelli di Ettore Roesler Franz, si dedica quasi esclusivamente alla pittura ad acqua.

Nell’81 partecipa a scopo benefico ad una cartella serigrafica con nomi prestigiosi quali Annigoni, Purificato, Greco, Brindisi ed altri. Nell’85 fonda l’Associazione “ Roma che Scompare “ per stimolare la testimonianza pittorica degli angoli più caratteristici dell’Urbe.
Nell’86 la RAI – Corporation ed il Ministero dei Beni Culturali sponsorizzano una sua mostra a New York e nell’89 lo stesso Ministero organizza una sua esposizione presso il Centro Italiano di Cultura di Parigi.
Nell’89 presso la Sala delle Navi del Complesso Monumentale di S. Michele a Ripa espone i suoi lavori ottenendone un autentico successo.

Nel 2013, con un gruppo di artisti fonda l’Associazione Romana Acquerellisti.

Da 30 anni fa parte dell’Associazione 100 Pittori Via Margutta e da 25 insegna disegno dal vero e tecnica dell’acquerello.

Suoi Dipinti figurano in numerosissime collezioni private in tutto il mondo, diversi istituti religiosi, alcune pinacoteche comunali e presso la S. Sede Vaticana.

Ha ricevuto, nella sua carriera vari premi tra cui il diploma con medaglia d’oro dell’EPT di Roma, Il 1° premio nazionale della Banca Nazionale del Lavoro al Chiostro del Bramante, il premio referendum popolare al Maschio Angioino di Napoli ed altri.

Alessandra Trotta ( Giornalista e scrittrice)


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.