Morto sul lavoro : Indagato il titolare della ditta barese che ha in gestione la manutenzione dell’impianto fotovoltaico

139

Si chiamava Boris Kandjikov, 36 anni, origine bulgara. Era residente a Sermoneta, regolarmente assunto. E’ morto folgorato e il suo corpo è stato rinvenuto semicarbonizzato dai compagni di lavoro, in via Astura, a Borgo sabotino, dove c’è  l’impianto fotovoltaico, di proprietà di una società di Bolzano.Ora tutta l’area è stata sottoposta a sequestro. Tante le ipotesi sulle  cause della tragedia. Come mai non è scattato il salvavita ? Gli ispettori dell’ASL stanno esaminando con i periti la parte che l’operaio stava esaminando nel suo compito di manutentore.
Dopo che la Procura ha aperto un’inchiesta c’è un indagato, com’ è previsto in questi casi, e il reato ipotizzato dal pubblico ministero, Giuseppe Bontempo, è quello di omicidio colposo. L’indagato è il responsabile della società che ha la manutenzione del centro fotovoltaico, una ditta di Bari.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.