LATINA – La Asl censura News-24, negate alla nostra testata le riprese live della vaccinazione alla presenza di D’Amato e Zingaretti. Sarà stato un equivoco come sostiene l’addetta stampa della Asl, eppure la sostanza non cambia: noi di News-24.it riteniamo che oggi per quanto riguarda la nostra testata e il nostro pubblico sia stato violato il diritto di cronaca.

Oggi siamo stati l’unica testata a rimanere esclusa dall’ingresso nella tensostruttura del Santa Maria Goretti dove stava avvenendo la vaccinazione dei primi cinque operatori sanitari in provincia di Latina.

Alla nostra testata e al nostro operatore che era in diretta streaming e stava raccontando passo dopo passo l’iniziativa simbolica concertata con la Regione Lazio, con la presenza dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato e il presidente Nicola Zingaretti di cui abbiamo raccolto le dichiarazioni prima del brutto episodio, è stato negato, dopo che ci era anche stata misurata la temperatura e che l’addetto alla misurazione ci stava lasciando passare, con un chiaro ‘Lui no!’ l’ingresso e la possibilità di riprendere come invece hanno fatto altri colleghi l’evento in presa diretta.

Un vero peccato perché eravamo lì con l’intenzione di raccontare alla nostra piccola ma nutrita community locale e nazionale un evento simbolico ma carico di aspettative per tutti noi.

Ci scusiamo se al momento del diniego abbiamo alzato i toni chiedendo con veemenza da parte nostra ‘Perché lui no?’, ma dobbiamo comunque registrare che a quel punto la security dopo il diniego di chi ha pronunciato quella frase ci ha sbarrato la strada.

A nulla sono valse le nostre proteste perché il cordone di sicurezza è rimasto sbarrato e nonostante tutto la porta si è chiusa, l’evento si è consumato e solo dopo la responsabile si è avvicinata per chiarire. Troppo tardi perché la diretta era ormai saltata e al nostro pubblico negato il diritto di assistere all’evento.

Ci saremmo aspettati delle scuse invece finora da parte della nuova responsabile della comunicazione della Asl di Latina solo giustificazioni, tra le quali a nostro parere la più strampalata ‘non sono stata io ma la sicurezza ad impedirvi l’accesso‘ che a nostro avviso non cambiano la sostanza delle cose. Un bravo/a addetto/a stampa non avrebbe lasciato che le porte si chiudessero davanti alla nostra telecamera, anzi proprio perché noi stavamo protestando in maniera vivace avrebbe chiesto lui stesso alla sicurezza di lasciarci svolgere il nostro lavoro al servizio della comunità.

Invitarci a riprendere dopo che l’evento si era consumato e sostenere che siamo stati noi a non voler entrare per strumentalizzare l’evento ci pare davvero di cattivo gusto, visti anche i rapporti più che cordiali che abbiamo sempre avuto con i suoi dirigenti e con chi l’ha preceduta in quel ruolo.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.