Nel baseball di serie A esordio del Nettuno 1945 con il Padule, i Lions a Firenze

48

La stagione del baseball è alle porte con due formazioni tirreniche ai nastri di partenza. Lo sport del batti e corri non gode di larga popolarità in questo momento in Italia, sono pochi gli spettatori, quasi inesistente l’interesse dei media a livello nazionale. Un vero peccato per una disciplina sportiva che ha regalato tanti successi agli atleti in maglia azzurra e ai club nelle coppe europee. Il 20 aprile partirà in sordina la nuova stagione della serie Al. Nel girone D dove figurano le due formazioni nettunesi, il Nettuno 1945 farà l’esordio allo “Steno Borghese” ricevendo il Padule. Previsto l’ingresso libero per gli spettatori, prima della gara intrattenimento musicale con la banda della Polizia di Stato di Roma. Decisivo l’intervento del commissario straordinario al Comune di Nettuno, prefetto Antonio Reppucci, per l’agibilità del diamante tirrenico. Nella seconda giornata il Nettuno giocherà sul diamante dell’Athletics Bologna. Lions Nettuno sarà sul campo a Firenze e nel turno successivo ci sarà l’esordio allo stadio “Reatini” di Anzio (il nuovo diamante per le gare casalinghe) contro i romagnoli del Godo. Nell’ultimo confronto della regular season è in programma il derby. L’andata il 19 maggio ad Anzio in casa dei Lions Nettuno, mentre quello di ritorno il 29 giugno sul campo del Nettuno 1945. I Lions Nettuno hanno stretto una interessante collaborazione con i Dolphins Anzio, con la società neroniana che ha concesso ad alcuni suoi tesserati di giocare nella squadra nettunese. Nelle due gare di ogni turno i Lions Nettuno alterneranno la divisa da gioco con quella dei Dolphins Anzio ed entrambe le maglie avranno lo stemma dell’altro club. il Nettuno2 ha rinunciato a disputare il campionato di serie B e il club si dedicherà al settore giovanile.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteBasket serie A2 fase ad orologio, le dieci cose da sapere sul penultimo turno di campionato
Articolo successivoUn altro appuntamento da Wonder, il ristorante che sostiene i più fragili, venerdì c’è Roberto Tessari con i suoi docufilm
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.