ROMA – Pacifico, M5S: «Mentre tagliamo i costi della politica aumentiamo quelli della burocrazia? Tridico dovrebbe dimettersi insieme a chi lo ha proposto all’Inps». Sulla vicenda che sta facendo scalpore dell’aumento di stipendio del Presidente dell’Inps Tridico, interviene anche la senatrice pontina del Movimento Cinque Stelle, Marinella Pacifico, che non risparmia critiche nel merito.

«Mentre io chiedevo al Presidente dell’Inps Pasquale Tridico di attenersi alle sentenze delle Corti dei Conti di tutta l’Italia circa l’adeguamento delle pensioni per gli appartenenti alle forze de ordine – scrive la Pacifico nella sua nota -, aventi diritti riconosciuti dalla Magistratura Contabile, non solo non rispondeva alle mie richieste in presenza, attraverso la sua segreteria particolare e via mail, ma sembrerebbe che lavorasse per aumentarsi il già cospicuo stipendio. Per grazia ricevuta emana la Circolare, che si traduce in aumenti per i pensionati e inabili al lavoro a seguito della sentenza della Corte Costituzionale del luglio 2020, solo due giorni fa.

Si taglia il costo della democrazia e si aumenta il costo dell’apparato amministrativo. Il presidente dell’Inps, che impiega più di due mesi per far emanare una circolare che aggiorna le pensioni degli invalidi, degli inabili al lavoro e delle forze dell’ordine, nonostante la sentenza definitiva n. 228 del 22 novembre 2019, merita di ricoprire quel ruolo insieme ai pochi intimi che hanno provveduto ad aumentare il proprio stipendio? Coloro che lo hanno imposto in quel ruolo dovrebbero, insieme a lui, dimettersi. Le dimissioni sono l’unico segnale di rispetto al popolo italiano».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.