Pallanuoto serie A2 maschile, il Centro Nuoto Latina pareggia allo scadere a Palermo

54

Pareggio al cardiopalma per il Centro Nuoto Latina: il bicchiere è mezzo pieno se lo si analizza dalla rete realizzata a 9” dalla sirena finale con una grande conclusione di Francesco Tarquini. Ma è anche mezzo vuoto se si analizza a fondo la gara, condotta saggiamente dai pontini fino al riposo del terzo parziale quando gli ospiti conducevano ancora di una rete e sembravano in totale controllo della partita. Un black-out nell’ultimo quarto di gara ha invece spedito il Palermo sul +2 (10-8) a 2’ dal termine. Ma la reazione veemente della squadra di Perillo ha riportato il punteggio su un giusto 10-10 finale, grazie al rigore trasformato da De Bonis sapientemente conquistato da un ottimo Baraldi, e alla rete del mancino di Carsoli.
“Facciamo ancora un punto”, così mr. Perillo a fine gara, “e, per come si era messa, lo considero oro. Certo, se guardo al gioco che avevamo espresso nei primi due parziali, c’è un po’ di rammarico. Ma la pallanuoto è questa. Sono molto contento dell’atteggiamento dei miei ragazzi che sul loro +2 non sono andati in palla e con coraggio e determinazione sono andati a prendersi un pareggio che ormai sembrava sfumato. Mi sento di dire che mentalmente stiamo crescendo e che se continuiamo ad essere umili, possiamo raggiungere il nostro obiettivo con serenità”.
Per la squadra del presidente Russo è il terzo risultato utile in 4 giornate di campionato. Un inizio che lascia ben sperare.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteBasket serie A2, le dieci cose da sapere
Articolo successivoManuela Arcuri torna con “Domina”, una donna che di professione picchia gli uomini. Oggi la presentazione del corto sulla violenza domestica
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.