“Riavviare la macchina amministrativa del Comune? E perché mai?”.
A chiederselo è Paolo Mellano, candidato sindaco di Cittadini per Sabaudia, il movimento nato a sostegno del primo cittadino uscente, Giada Gervasi.

Secondo Mellano, i dubbi manifestati dagli altri aspiranti alla poltrona più importante della Città sull’adeguato funzionamento degli uffici comunali non sono altro che “pettegolezzi dei pochi che non vogliono lavorare e non rappresentano certo la quasi totalità dei dipendenti che hanno contribuito con il loro impegno e la loro professionalità a questo cambiamento”.

“In particolare, per la prima volta nella storia del Comune – scrive Mellano – esistono due dirigenti, uno di area vasta tecnica e uno di area amministrativa. Questo permette di garantire un equilibrio e un maggior coordinamento dei settori, oltre a garantire una maggiore operatività all’interno dell’Ente (prima si dovevano coordinare 12 capisettore oggi solo i 2 dirigenti)”.
Organizzazione piramidale, modello delle totalità delle aziende di successo, e quindi efficiente.

“In 3 anni – aggiunge – sono andate in pensione circa 40 persone, sono state sostituite con 20 persone e sono in corso i concorsi e piano assunzione triennale per altre 20 figure (era stato mandato ai revisori per approvazione prima del 21/2).
In questi anni, il personale ha visto un rinnovamento ed integrazione con il personale preesistente; i nuovi entrati sono stati formati, garantendo oggi, l’acquisizione di competenze tecniche amministrative e procedurali importantissime per lo svolgimento delle attività amministrative.
La dimostrazione è uno degli ultimi atti del dirigente dell’area tecnica che ha riepilogato e suddiviso i 43 lavori appaltati frutto di una programmazione attenta dell’amministrazione uscente”.

“Il lavoro più importante ma forse meno visibile – sottolinea il candidato sindaco – è stato quello di RIDURRE IL DEBITO dagli 8 MILIONI del 2016 ai 4 MILIONI del 2020 trovando fondi extra comunali per eseguire comunque opere pubbliche.
L’amministrazione uscente ha svolto un’operazione-verità sui conti comunali come dichiarato dalla stessa Corte dei Conti. Ora diventa importante continuare la spending review, come per esempio il taglio drastico delle spese di rappresentanza (auto blu, rimborsi spese, ecc.), delle spese telefoniche, ottimizzare le risorse, concentrare gli uffici, rendere quanto possibile digitalizzato e, in collaborazione con la polizia municipale, contrastare l’evasione.
Ma il bilancio è sano grazie alla gestione corretta della spesa, ma anche alla capacità di generare entrate, che non siano solo quelle tributarie (anzi grazie agli sforzi fatti dalla amministrazione dei Cittadini potranno essere ridotte le aliquote gradualmente), ma anche accedendo a finanziamenti esterni regionali nazionali ed europei con particolare attenzione al PNNR”.

“Il lavoro portato avanti all’inizio, meno visibile ma altrettanto importante – considera il leader di Cittadini per Sabaudia – è stato il riavvio della macchina amministrativa, che è passata attraverso: DIGITALIZZAZIONE, dal gestionale con atti digitali al sito istituzionale con il nuovo albo pretorio e servizi online per i cittadini come PagoPa e PrenotaPa, ComunicaCity e Flowbir; TRASPARENZA AMMINISTRATIVA, grazie allo Streaming online dei consigli comunali; EFFICIENZA AMMINISTRATIVA con l’attivazione dell’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico URP e con lo spostamento dei Servizi per i Cittadini tutti in un unico stabile riducendo gli spostamenti dei cittadini.
Per un coinvolgimento più diretto dei cittadini si stava procedendo con la bozza di un nuovo Statuto comunale e regolamento del Consiglio comunale (comprensivo di Question Time), come revisionati dal segretario generale e dagli uffici, così da restituire il valore di strumento di partecipazione democratica”.

“Tutto questo e molto altro – conclude Paolo Mellano – dimostra con esempi concreti come la macchina amministrativa non è ferma – forse solo per chi non conosce come funziona o non ha mai voluto capire come farla funzionare bene a favore della collettività – bisogna solo continuare a lavorare su questa strada!”.

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.