LATINA – «Il sindaco di Latina, Damiano Coletta, preferisce tacere sulla richiesta di commissariamento della Regione Lazio per la gestione rifiuti? Anche i Sindaci di Frosinone, Viterbo e Civitavecchia, ben due colleghi di capoluoghi di provincia vittime dell’ultima ordinanza sui rifiuti, hanno alzato la voce contro il presidente Nicola Zingaretti, rivolgendo un appello alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero all’Ambiente».

Lo chiede il consigliere comunale di Latina della Lega e il membro della commissione Ambiente, Vincenzo Valletta, che aggiunge: «Il primo cittadino dovrebbe scendere in campo, mettersi in prima linea, chiamare a raccolta gli abitanti e denunciare questo scellerato e pericoloso sistema di gestione dei rifiuti, che aumenta, inoltre, l’emissione delle polveri sottili con il trasferimento dei rifiuti e dei residui di trattamento da una provincia ad un’altra.

Insomma, il Sindaco non è capace da un lato di assumersi le responsabilità e dall’altro di concretizzare una cultura di governo per risolvere l’emergenza rifiuti insieme al presidente della Provincia, Carlo Medici.

Entrambi criticati dall’assessore regionale Massimiliano Valeriani, al quale gli avrebbero dovuto ricordare il fallimento della giunta Zingaretti e il commissariamento del Tar del Lazio per l’individuazione della discarica nell’Ato di Latina», conclude Valletta.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.