La Regione Lazio bacchetta i comuni costieri. Troppe le segnalazioni giunte negli ultimi giorni dagli utenti del litorale laziale a lamentare “una diffusa mancanza di attività di prevenzione dai rischi epidemiologici sia negli arenili liberi che in quelli riservati agli stabilimenti balneari”. Immediato l’intervento dei vertici de La Pisana che sul far dell’estate si è fatta carico di uno stanziamento di ben sei milioni d’euro per favorire il rispetto ed il potenziamento delle misure di sicurezza che ormai ben si conoscono per una serena fruibilità degli arenili. Evidentemente ad alcuni comuni la situazione deve essere sfuggita di mano, andando a depauperare la qualità dei controlli sulla giusta osservanza delle disposizioni relative a prenotazione, tracciamento, contingentamento, igienizzazione e sanificazione, responsabilizzazione, informazione e quant’altro ancora in vigore per contrastare il contagio da Covid. Per il momento quella della Regione è solo una tirata d’orecchi, ma, nella sua parte finale, la nota diramata nella giornata di ieri non esclude che le amministrazioni comunali, qualora la rete di prevenzione e vigilanza sulle spiagge dovesse presentare nuovi buchi, dovranno provvedere alla chiusura delle aree, anche se limitata ai giorni di ipotizzabile maggior afflusso.
La ramanzina non sembra però scuotere le certezze del sindaco di Sabaudia. “Il nostro comune, rispettando le indicazioni della Regione, ha utilizzato le risorse fornite specificatamente per monitorare il litorale e soprattutto le numerose spiagge libere. Siamo in linea con le direttive della Regione” dice Giada Gervasi, ricordando i 16 steward per il controllo degli accessi e i 12 bagnini per la salvaguardia dei bagnanti messi in campo con procedura di gara, nonché il portale per il tracciamento sanitario, previa specifica procedura e l’invito di 9 operatori economici. E continua, anticipando che “altri controlli sono in corso e verranno implementati per il rispetto delle distanze e sulla vendita ambulante da parte della Polizia Locale”. Prima di concludere con l’ennesimo appello al buon senso: “Il Covid-19 non è ancora sconfitto, invitiamo tutti a rispettare le indicazioni sanitarie”!


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.