Tragedia sul lavoro: a soli 23 anni perde la vita un’operaia tessile

91

PRATO – Rimane intrappolata in un macchinario e quando arrivano i soccorritori non c’è più niente da fare. E’ così che se ne va Luana, operaia 23enne della fabbrica tessile di Montemurlo, rimasta coinvolta in un incidente sul lavoro a pochi giorni dalla giornata dei lavoratori.

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri e dell’Asl per la sicurezza sul lavoro, la giovane donna sarebbe rimasta agganciata ad uno dei macchinari di produzione tessile, ed all’interno di questo sarebbe rimasta tragicamente incastrata, senza possibilità di salvezza. Per questo, sono attualmente in corso le indagini per verificare le condizioni del macchinario, e per accertare che, all’interno della fabbrica pratese, le norme di sicurezza a tutela dei lavoratori fossero regolarmente seguite.

A prescindere da quanto emergerà dai controlli effettuati, la scomparsa della giovane lavoratrice lascia un grande dolore e molta amarezza, soprattutto in un momento in cui, più che un diritto, avere la possibilità di lavorare può assumere l’aspetto di un privilegio o di una condanna. A questo proposito non possono non esprimersi anche i sindacati, e Pierpaolo Bombardieri, segretario generale dell’Uil, dichiara ad Adnkronos: “Quasi ogni giorno, una lavoratrice, un lavoratore si reca al lavoro e non fa più ritorno a casa. Certo poi ci sono le verifiche, le inchieste, le multe, i risarcimenti, ma la vita non si può risarcire o monetizzare”. Luana, infatti, oltre ad una vita stroncata troppo presto lascia anche la sua bambina, intorno alla quale si stringe tutta la comunità e la regione intera.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.