“Un cattivo maestro, Montanelli tra mito e fake news”, l’ultimo libro del ponzese Silvero Corvisieri “processa” il famoso giornalista

79

“Un cattivo maestro, Montanelli fra mito e fake news” è il titolo dell’ultimo libro scritto dal ponzese Silverio Corvisieri, ex deputato del Pci, giornalista, scrittore e storico di portata nazionale. La pubblicazione è a cura della casa editrice capitolina Bordeaux Edizioni.
Gli imbrattamenti della statua di Montanelli a Milano nel giugno 2020 e nel marzo 2021 sono stati condannati alla stregua di attentati terroristici. Veniva contestate l’atteggiamento tenuto dall’inviato di guerra della United Press Indro Montanelli durante la guerra in Etiopia, nel 1936, quando si vantò di avere avuto piacevoli rapporti con una dodicenne africana. Quello di Indro “principe” del giornalismo italiano ed “eroe della libertà” è un mito duro a morire. Ma chi era davvero Montanelli?
Silverio Corvisieri si interroga sulla vulgata del Montanelli grande giornalista, analizzando corrispondenze, articoli e documenti – come ad esempio l’incontro nel 1949 a Palermo con l’allora capo della mafia don Calò (Calogero Vizzini) alla vigilia del processo per la tentata strage a Villalba – rilevando come l’uso di una scrittura colta e brillante aggravi i danni della disinformazione.
Il mito di Montanelli ne risulta minato alle fondamenta attraverso un raffronto rigoroso tra molti avvenimenti e la loro rappresentazione giornalistica.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteEsami Da Covid : Così E’ Se Vi Pare. Esami di Serie B ?
Articolo successivoDomenica 20 giugno festa a Ponza per la ricorrenza del patrono dell’isola San Silverio
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.