Amicizia

L’amicizia ha in sé il significato di un dialogo infinito che continua anche quando ci non si vede, non ci si incontra e non ci si parla.                                                                                                          Eugenio Borgna

L’amicizia, come legame universale, è un sentimento vicendevole di affetto, di fiducia, di stima, di disponibilità e di solidarietà tra persone che si considerano uniti per affinità, che si amano, che esperimentano una comunanza di interessi, di atteggiamenti, di progetti, di ideali e di conseguenza si comprendono reciprocamente e si rispettano stabilendo dei legami affettivi e delle relazioni intime, calde.

L’amicizia rappresenta la forma più elevata di comunicazione emotiva, affettiva e di condivisione di esperienze. La costante reciprocità, la gratuità disinteressata, l’istintiva simpatia danno vita a relazioni amicali, a rapporti tendenti a vivere e ad assumere valori e comportamenti simili o identici.

Epicuro, l’antico filosofo greco, fondatore di una delle maggiori scuole filosofiche dell’età ellenistica e romana, pensava che «di tutte le cose che la sapienza procura in vista della vita felice, il bene più grande è l’amicizia». Amicizia significa avere una persona vicina con cui dividere le gioie e i dolori della vita e con cui confidarsi nei momenti in cui si viene presi dalla tristezza.

L’amicizia autentica, sincera, leale, profonda è tale solo se disinteressata. Alla vera amicizia, discreta e attenta, salda e duratura, fraterna e non competitiva risulta completamente estraneo ogni desiderio di possesso e di scambio o la ricerca dell’utile.

L’amicizia non la si chiede e non la si decide a tavolino, ma la si costruisce durante l’infanzia tra i banchi di scuola, nell’adolescenza e in gioventù nello svolgimento di attività sportive, nell’età matura in politica, nella professione o nei gruppi di impegno sociale, culturale e di volontariato. Una vera amicizia porta alla condivisione delle idee, aiuta a pensare che non siamo soli e che si può contare sull’altro. Diceva san Tommaso d’Aquino: «gli amici veri si rallegrano e si rattristano delle medesime cose».

Le vere amicizie sono durature, eterne quando, si tiene conto della massima aristotelica che invita a «comportarsi verso l’amico come verso se stesso».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.