L’angolo delle curiosità: Personaggi di ieri e di oggi

24

Io ho un sogno, che un giorno sulle rosse colline della Georgia i figli di coloro che un tempo furono schiavi e i figli di coloro che un tempo possedettero schiavi, sapranno sedere insieme al tavolo della fratellanza. Martin Luther King

 Etty Hillesum è la giovane donna olandese che ha testimoniato nei suoi scritti (soprattutto nel suo Diario) l’Olocausto degli ebrei di Amsterdam. Le sue interessanti e importanti Lettere sono state scritte nel lager di Westerbork, punto di transito in Olanda dei deportati diretti ad Auschwitz.

Erling Kagge, esploratore e scrittore norvegese, è andato alla ricerca del silenzio nell’Antartide (la distesa desertica più grande del mondo, fatta di acqua) al Polo Sud e sull’Everest. Ha scritto: «Il silenzio è entrato a far parte della mia vita. Senza contatti con il mondo esterno, solo con me stesso e i miei pensieri, sono stato costretto a riprendere alcune riflessioni. E ancor peggio, a meditare sui miei sentimenti».

Dag Hammarskjöld, (1905-1961) il segretario generale dell’Onu, svedese, volle una stanza del silenzio al Palazzo di Vetro di New York, perché la meditazione – sosteneva  era importante prima di prendere decisioni politiche.

Il sociologo Achille Ardigò (San Daniele del Friuli 1921-Bologna 2008), è stato una limpida figura di credente, di laico impegnato, di scienziato lucido e rigoroso. È stato una importante personalità del ‘900 italiano: uomo politico e documentato studioso. Insieme a Dossetti (maestro e amico), a Fanfani, a De Gasperi e altri il giovane studioso ha fatto parte di quel gruppo che nel secondo dopoguerra fu denominato dei “professorini”. S’impegnò per un deciso rinnovamento del Paese uscito materialmente e soprattutto moralmente da una lunga stagione autoritaria (il Fascismo).

Marshal McLuhan (199-1980) sociologo e mediologo canadese ha scritto La Galassia Gutenberg (1962) e Gli strumenti del comunicare (1964). La sua fama, grazie anche all’allievo Derrick de Kerckhove, è nata nella prestigiosa Università di Toronto e poi dilagata in tutto il mondo. In Italia Gianpiero Gamaleri ha contribuito alla diffusione della sua opera. McLuhan ha anticipato le dimensioni interattive e psicosomatiche inaugurate da Internet. È stato un “veggente” perché ha sostenuto che la tecnica non è altro che protesi del corpo umano, progressivo espandersi nel mondo della “carne umana”.

Steve Jobs, è stato il fondatore americano di Apple, morto nel 2011 a 56 anni. La sua figura è strettamente unita al mondo della tecnologia informatica essendo stato l’artefice di prodotti ormai di culto con l’iPod o il tablet Ipad. Famoso è il suo discorso ai laureati dell’Università di Stanford del 2005 che terminò con le seguenti indimenticabili parole: «Il vostro tempo è limitato, quindi non sprecatelo vivendo la vita di qualcun altro. Siate affamati, siate folli, perché solo coloro che sono abbastanza folli, da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero».

 Edgar Morin (1921) sociologo e filosofo francese, è considerato il padre del “pensiero complesso”. Per lui abbiamo bisogno di un umanesimo planetario, rigenerato che attinga alle sorgenti dell’etica: la solidarietà e la responsabilità, presenti in ogni società umana. Nel suo ultimo libro Insegnare vivere, il sociologo auspica una riforma dell’educazione fondata sulla missione essenziale: insegnare a vivere nel mondo attuale. Si tratta di permettere a ciascuno di sviluppare la propria individualità e il legame con gli altri, preparandosi ad affrontare le incertezze del destino umano.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.